Questo sito si serve dei cookie tecnici di Google per l'erogazione dei servizi e ospita cookie di profilazione di terze parti, utilizzati per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su "OK" o proseguendo nella navigazione si acconsente tacitamente al loro uso.
Informativa estesa

Cookie Policy

Uso dei cookie

Il "Sito" (www.vincenzocaputo.com) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di www.vincenzocaputo.com. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.

Analizzandoli in maniera particolareggiata i nostri cookie permettono di:

  • memorizzare le preferenze inserite;
  • evitare di reinserire le stesse informazioni più volte durante la visita quali ad esempio nome utente e password;
  • analizzare l’utilizzo dei servizi e dei contenuti forniti da www.vincenzocaputo.com per ottimizzarne l’esperienza di navigazione e i servizi offerti.

Tipologie di Cookie

Cookie tecnici

Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie: persistenti e di sessione:

  • persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata
  • di sessione: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso

Questi cookie, inviati sempre dal nostro dominio, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).

Cookie analitici

I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito. www.vincenzocaputo.com userà queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del Sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul Sito. I cookie analitici sono inviati dal Sito Stesso o da domini di terze parti.

Cookie di analisi di servizi di terze parti

Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del Sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni al Sito.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti

Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito.

Cookie di profilazione

Sono quei cookie necessari a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del Sito.

www.vincenzocaputo.com, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookie tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’Utente con una o più di una delle seguenti modalità:

  • Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito.
  • Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti

Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del Sito.

Siti Web e servizi di terze parti

Il Sito potrebbe contenere collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy che può essere diverse da quella adottata da www.vincenzocaputo.com e che che quindi non risponde di questi siti.

Ultimo aggiornamento 8 marzo 2016

<

Come disabilitare i cookie mediante configurazione del browser

Se desideri approfondire le modalità con cui il tuo browser memorizza i cookies durante la tua navigazione, ti invitiamo a seguire questi link sui siti dei rispettivi fornitori.

Mozilla Firefox https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie
Google Chrome https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
Internet Explorer http://windows.microsoft.com/it-it/windows-vista/block-or-allow-cookies
Safari 6/7 Mavericks https://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT&locale=it_IT
Safari 8 Yosemite https://support.apple.com/kb/PH19214?viewlocale=it_IT&locale=it_IT
Safari su iPhone, iPad, o iPod touch https://support.apple.com/it-it/HT201265

Nel caso in cui il tuo browser non sia presente all'interno di questo elenco puoi richiedere maggiori informazioni inviando una email all'indirizzo info@nibirumail.com. Provvederemo a fornirti le informazioni necessarie per una navigazione anonima e sicura.

Questa pagina è stata generata ed è ospitata sul portale nibirumail.com - Il contenuto di questa pagina è stato generato 08 marzo 2016 attraverso il servizio Cookie Policy Generator. Il marchio Nibirumail e le aziende ad esso collegate non sono responsabili per informazioni erronee o non più aggiornate. Se desideri ricevere una versione aggiornata di questi contenuti contatta il proprietario di dalla pagina precedente.

OK

Domotica

Z-wave per comandare le tapparelle da Home Assistant? Si può fare!

Autore: Luigi Duchi | Data: 29 settembre 2018

Benvenuti amici oggi andremo a parlare del protocollo di comunicazione Z-wave e di come integrarlo nel nostro Home Assistant per gestire le tapparelle tramite un modulo Roller shutter2.

Ma prima di addentrarci nell'argomento apriamo una parentesi per parlare del protocollo di comunicazione Z-Wave.

Stiamo parlando di un protocollo di comunicazioni wireless specificatamente progettato per la domotica, soprattutto per applicazioni residenziali e più in generale, in edifici di tipo civile. Possiede numerose caratteristiche peculiari come, la bassa potenza richiesta (che si traduce in basso consumo), la frequenza utilizzata sotto 1Ghz più penetrante rispetto al WiFi, ed il supporto per il routing automatico ovvero la possibilità di ripetere il segnale tra un dispositivo e l'altro creando una rete capillare di dispositivi che comunicano tra loro rendendo il sistema robusto ed efficiente. Questi vantaggi, uniti al rigoroso processo di certificazione, fanno sì che i dispositivi Z-Wave dialoghino tra loro in modo affidabile e sicuro. L’ecosistema Z-Wave conta più di mille prodotti diversi realizzati da centinaia di produttori internazionali che complessivamente coprono tutte le esigenze possibili.

Ovviamente il suddetto protocollo e' pienamente compatibile con Home Assistant, ma per poterlo integrare, sarà necessario un dispositivo usb come quello in foto:

Lo potrete acquistare su Amazon QUI

Questa chiave una volta collegata e configurata farà da bridge tra il raspberry e tutti i dispositivi z-wave che vorremo collegare al vostro impianto. Il dispositivo e' dotato di una batteria interna da 100 mAh strumento necessario in quanto per accoppiare i dispositivi z-wave la chiave dovrà essere molto vicina a questi ultimi. Vedremo più avanti nella guida come fare.

Per prima cosa inserite lo z-stick in una delle porte usb del vostro raspberry dopodichè aprite il terminale

digitate il comando:   ls -ltr /dev/tty*|tail -n 1

questo comando vi permetterà di conoscere a quale porta usb è collegato il vostro z-stick

dovreste trovare una situazione del genere sul vostro terminale:

il valore che ci serve in questo caso è ttyACM0, nel vostro caso potrebbe ovviamente variare ma comunque fate riferimento all'ultima parte della stringa ottenuta. Naturalmente prendete nota.

adesso andate in configuration .yaml e digitate questa stringa:

zwave:
  usb_path: /dev/ttyACM0

salvate e riavviate il vostro raspberry......

solo un attimo di attesa.....

state gia pregustando il vostro z-wave?

.......e invece no.....non funziona niente :-)

una volta che il vostro raspberry si riavvierà ci metterà oltre 40 minuti a caricare i driver necessari per far funzionare la chiave z-wave e non vedrete assolutamente nessun segnale che ciò sta avvenendo, perciò fate pure una pausa e tornate sul vostro rasberry in seguito.

fatta la merenda? bene, una volta che tornate sul vostro raspberry riavviate Home Assistant e se tutto è andato a buon fine, 

vi ritroverete una nuova voce cliccando su impostazioni

cliccando sopra la voce Z-wave vi troverete davanti alla schermata di configurazione dove potrete settare i vari parametri del vostro dispositivo a seconda delle vostre esigenze.

Dopo aver effettuato tutte le operazioni descritte sopra che configurare lo Z-stick, sarà il momento di andare ad installare il Roller Shutter 2 per gestire le nostre tapparelle

 

Il Fibaro FGR-222 lo potete acquistare su Amazon QUI

Questo dispositivo non è altro che un piccolo relè al quale poter collegare i vostri pulsanti manuali, la 220v diretta e i due fili di marcia del nostro motore per tapparelle seguendo il seguente schema. Ricordatevi come sempre che dovrete lavorare con l'alimentazione elettrica disattivata sia per la vostra sicurezza sia perchè i dispositivi appena ricevono alimentazione vanno in paring mode (accoppiamento).

una volta che avrete cablato il tutto (sono piuttosto piccoli entrano in una scatolina 503, se non troppo affollata, oppure nel cassone delle tapparelle dove sicuramente troverete piu spazio) dovrete fare l'accoppiamento con lo stick z-wave. Per farlo prendete lo stick e staccatelo dalla usb del raspberry (ricordate? Ha una batteria interna) e recatevi vicino al dispositivo marchiato Fibaro.

Cliccate sull'unico pulsante presente sullo stick: si metterà in modalità accoppiamento.

Date alimentazione al modulino fibaro e cliccate sul pulsante B presente sul roller shutter2 con un oggetto appuntito tipo uno spillo (lo potrete trovare nell'immagine sopra dove c'è lo schema di cablaggio), in pochi secondi sarà accoppiato.

Tornate dal vostro raspberry ed inserite lo stick nella medesima porta usb di prima.

per sicurezza tornate sul terminale e ridigitate il comando per scoprire la porta usb. Se dovesse essere cambiata modificate la voce nel file configuration.yaml altrimenti non compiete azioni.

Riavviate il Raspberry. Quando si riaprirà il vostro Home Assistant noterete tra le entities la vostra cover fibaro già configurata.

L'unica cosa da fare sarà tornare sulle impostazioni z-wave in Home Assistant, selezionare il vostro dispositivo nel menù nodes, scorrere fino alla voce Node config options e selezionare nelle varie opzoni che vi compaiono la numero 29 Forced Roller Shutter calibration. A seguito date conferma cliccando su set config parameter.


Le tapparelle faranno da sole un ciclo di chiusura totale e apertura totale e quel momento in poi sarà possibile usare lo slide presente sulle tapparelle per farle andare nella posizione desiderata

seguendo la nostra precedente guida su Come integrare Google Assistant in Home Assistant aggiungendo cover negli exposed domain una volta risincronizzato i vostri dispositivi, potrete impartire i comandi (nel mio caso) "accendi tapparella cucina", "spegni tapparella cucina" "imposta tapparella cucina al 50%" (la percentuale la sceglierete voi in funzione di quanto vorrete aprirla o chiuderla) direttamente a Google Assistant o a Google Home. Lo so accendi e spegni tapparella non è il massimo, ma chi ha ancora le scorciatoie può modificare il comando, per gli altri si dovrà attendere fino a che non saranno rilasciate le routines di Google in Italia che permetteranno il cambio dei comandi.

Bene per questa guida è tutto come al solito siamo a più completa disposizione per eventuali chiarimenti. Vi lascio al solito video di fine articolo. Buona visione!

domotica
Home Assistant
IoT
casa domotica
Fibaro

Seguimi su Youtube

Seguimi su Youtube

Seguimi su Youtube

Seguimi su Telegram

Seguimi su Youtube

Seguimi via RSS

Consigliati da noi

Post piu letti

Autoradio Android ATOTO A61721P - La Prova
Funzionamento Relè eMylo come deviatore
Comandiamo un Relè RF eMylo tramite Broadlink RM PRO
Recensione autoradio Android Seicane S127000
Home Assistant, guida all'installazione su Raspberry

Supportami