Questo sito si serve dei cookie tecnici di Google per l'erogazione dei servizi e ospita cookie di profilazione di terze parti, utilizzati per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su "OK" o proseguendo nella navigazione si acconsente tacitamente al loro uso.
Informativa estesa

Cookie Policy
Uso dei cookie

Il "Sito" (www.vincenzocaputo.com) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di www.vincenzocaputo.com. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.

Analizzandoli in maniera particolareggiata i nostri cookie permettono di:

  • memorizzare le preferenze inserite;
  • evitare di reinserire le stesse informazioni più volte durante la visita quali ad esempio nome utente e password;
  • analizzare l’utilizzo dei servizi e dei contenuti forniti da www.vincenzocaputo.com per ottimizzarne l’esperienza di navigazione e i servizi offerti.
Tipologie di Cookie
Cookie tecnici

Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie: persistenti e di sessione:

  • persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata
  • di sessione: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso

Questi cookie, inviati sempre dal nostro dominio, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).

Cookie analitici

I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito. www.vincenzocaputo.com userà queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del Sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul Sito. I cookie analitici sono inviati dal Sito Stesso o da domini di terze parti.

Cookie di analisi di servizi di terze parti

Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del Sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni al Sito.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti

Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito.

Cookie di profilazione

Sono quei cookie necessari a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del Sito.

www.vincenzocaputo.com, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookie tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’Utente con una o più di una delle seguenti modalità:

  • Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito.
  • Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti

Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del Sito.

Siti Web e servizi di terze parti

Il Sito potrebbe contenere collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy che può essere diverse da quella adottata da www.vincenzocaputo.com e che che quindi non risponde di questi siti.

Ultimo aggiornamento 8 marzo 2016

<Come disabilitare i cookie mediante configurazione del browser

Se desideri approfondire le modalità con cui il tuo browser memorizza i cookies durante la tua navigazione, ti invitiamo a seguire questi link sui siti dei rispettivi fornitori.

Mozilla Firefox https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie
Google Chrome https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
Internet Explorer http://windows.microsoft.com/it-it/windows-vista/block-or-allow-cookies
Safari 6/7 Mavericks https://support.apple.com/kb/Pstrong7191?viewlocale=it_IT&locale=it_IT
Safari 8 Yosemite https://support.apple.com/kb/Pstrong9214?viewlocale=it_IT&locale=it_IT
Safari su iPhone, iPad, o iPod touch https://support.apple.com/it-it/HT201265

Nel caso in cui il tuo browser non sia presente all'interno di questo elenco puoi richiedere maggiori informazioni inviando una email all'indirizzo info@nibirumail.com. Provvederemo a fornirti le informazioni necessarie per una navigazione anonima e sicura.

Questa pagina è stata generata ed è ospitata sul portale nibirumail.com - Il contenuto di questa pagina è stato generato 08 marzo 2016 attraverso il servizio Cookie Policy Generator. Il marchio Nibirumail e le aziende ad esso collegate non sono responsabili per informazioni erronee o non più aggiornate. Se desideri ricevere una versione aggiornata di questi contenuti contatta il proprietario di dalla pagina precedente.

OK

di Vincenzo Caputo

L'angolo dei lettori

Come installare HASSIO su un PC con Debian

Data: 17 novembre 2018

Benvenuti nella rubrica "l'angolo dei lettori". Questo spazio è una sezione del blog che permette a chiunque di scrivere un articolo o realizzare un video, effettuare prove e test che riguardano il mondo della tecnologia e proporne la pubblicazione su queste pagine.

Oggi Nicola Bertelli, che ringraziamo per questa splendida guida, ci spiegherà come installare HASSIO, ovvero “the ultimate home automation hub powered by Home Assistant”, su un sistema linux.

L’idea di questa guida mi è venuta in quanto più volte in questo blog ho visto chiedere informazioni in merito ad HASSIO. L’installazione che vi sto per descrivere permette di sfruttare al massimo le potenzialità di Home Assistant, senza però perdere le prestazioni di un installazione pulita su Raspbian in quanto non girerà su Raspberry bensì su un mini pc.

Inoltre chi mi seguirà fino alla fine avrà a disposizione sì HASSIO ma anche un sistema linux molto stabile, basato su Debian, in grado di eseguire a seconda delle necessità anche altri compiti, sarà infatti possibile installare software a piacere o eseguire script di vario tipo (python, ecc...)

Lista della spesa

Qui c’è da sbizzarrirsi, di mini pc se ne trovano di tutti i tipi, se vi può essere d’aiuto io ho acquistato questo

https://amzn.to/2QPsvzu (versione con 8 Giga di RAM)

https://amzn.to/2PV3V3e (versione con 4 Giga di RAM)

ha la possibilità di alloggiare (opzionalmente) un ssd, io ne uno da 120GB, inoltre è fanless, quindi zero rumore e non scalda molto.

https://amzn.to/2zbcu0m (SSD 240 GB)

https://amzn.to/2zcS8no (SSD 120 GB)

Le fasi che vedremo saranno grossomodo 3:

  1. installazione di debian nella sua ultima release, la 9.6, priva di componente grafica, in modo da sfruttare al massimo le potenzialità del sistema
  2. installazione di hassio
  3. installazione di add-on da repository esterne

Fase 1: Installazione di debian 9.6

La prima cosa da fare è portarsi alla pagina di download di debian:

per la versione a 64 bit il link diretto è questo
https://cdimage.debian.org/debian-cd/current/amd64/iso-cd/debian-9.6.0-amd64-netinst.iso

le altre versioni le trovate qui
https://www.debian.org/distrib/netinst

Come per l’installazione di qualunque sistema linux, è necessario preparare una chiavetta usb per eseguire il sistema operativo scelto in modalità live.

Vi allego uno screenshot dalla wiki di ubuntu che vi può aiutare nella scelta del programma migliore da utilizzare in base al sistema operativo che state utilizzando:

Comunque molto probabilmente Etcher è il metodo più semplice:
link per il download  https://www.balena.io/etcher/, quindi formattate la chiavetta, selezionate l’immagine, poi la destinazione e via…

Molto importante, per l’installazione di Debian il pc deve essere collegato alla vostra ADSL tramite cavo di rete e non via wifi.

Ora dovete inserire la chiavetta nel vostro PC e dovete riavviarlo dal bios / UEFI ed impostare l’avvio da USB, se necessario bisogno disabilitare il secure boot ed anche la modalità legacy.

Su questo punto non mi soffermo molto, vi dico solo che su un pc con windows 10 installato  SOLITAMENTE la procedura è:
Impostazioni >> Aggiornamento e sicurezza >> Ripristino (sulla sinistra) >> Riavvia ora (sulla destra) >> Risoluzione dei problemi >> Opzioni avanzate >> Impostazioni firmware UEFI.

Un secondo sistema è spegnere il pc in modo "brutale" tenendo premuto il pulsante accensione fino al totale spegnimento, inserite la chiavetta, riaccenderlo, e tenete premuto F2 o CANC, a seconda del computer in uso, fino a che non entra nel bios / UEFI.

Bene, una volta avviato il sistema da USB vi trovere a scegliere il tipo di installazione: selezionate install


selezioniamo la lingua Italiana, posizione e tastiera:



aspettiamo un attimo, inserite un nome a piacere da assegnare al vostro pc e date INVIO, lasciate vuoto il nome del dominio e premete INVIO


inserite la password di root che desiderate e premete INVIO, inserite nuovamente la password e premete INVIO



inserite il vostro nome e premete INVIO, inserite il nome per il vostro account e premete INVIO



inserite una password per il vostro utente creato


Attendete l’aggiornamento, scegliete come metodo di partizionamento Guidato - usa l’intero disco, premete INVIO, selezionate il disco da partizionare e date INVIO

 
Come schema di partizionamento scegliete Tutti i file in una partizione e poi Terminare il partizionamento e scrivere le modifiche sul disco

Ora premete il tasto Tab della tastiera per selezionare e premere INVIO

Alla domanda se analizzare un altro CD o DVD selezionate No e premete INVIO

Come nazione del mirror dell’archivio Debian scegliete Italia e poi ftp.it.debian.org

 
in informazione del proxy non scrivete nulla e date INVIO

 
Dopo qualche minuto di attesa, alla domanda se partecipare alla raccolta dei dati sull’utilizzo dei pacchetti rispondete No

Bene, ora siete alla selezione del software. Dovete spostarvi con le frecce verso l’alto e verso il basso per andare sulla riga del software di nostro interesse e con la barra spaziatrice potete selezionare o deselezionare quello che vi serve.
Dovete togliere l’ambiente desktop Debian ed il server di stampa, selezionate solo server SSH e Utilità di sistema standard come da immagine seguente

Premete Tab per spostarvi su Continua e INVIO. Così facendo verranno scaricati i pacchetti per completare il sistema operativo

 
Ora vi verrà chiesto di installare GRUB nel master boot record, confermate, quindi dovete scegliere dove installare il boot loader

 
terminata l’installazione vi chiederà di riavviare il sistema, confermate


Al riavvio compare il GRUB appunto, scegliete Debian

ci troveremo così nella schermata di login, inserite nome utente e password.
Ora aggiorniamo il sistema:
diamo su e INVIO, e inseriamo la password di ROOT


ora aggiorniamo il sistema, digitate:

apt-get update
apt-get upgrade
s e INVIO

 
apt-get dist-upgrade
 
Per velocizzare l’avvio del pc è possibile diminuire il tempo di attesa del GRUB. Quindi, senza uscire dalla modalità ROOT:
 
nano /etc/default/grub
scendere fino a GRUB_TIMEOUT=, sostituire 5 con 0

 
control + x , s, INVIO
/usr/sbin/update-grub INVIO per aggiornare GRUB

 
Al prossimo riavvio praticamente il GRUB non lo vedremo.
 
Fase 2: Installazione di HASSIO

Ora vi consiglio di accedere a debian tramite un terminale via SSH in modo da copiare e incollare più agevolmente i comandi da lanciare

Per installare HASSIO è prima necessario installare una serie di pacchetti, il primo che tratteremo è Docker, che a sua volta richiede altri pacchetti come vedremo:

se siete usciti da root digitare su  e INVIO

apt-get install apt-transport-https ca-certificates wget software-properties-common
confermate (s e invio)

scarichiamo la chiave GPG per docker e la aggiungiamo al sistema
wget https://download.docker.com/linux/debian/gpg
e quindi
apt-key add gpg

aggiungete i repository ufficiali di Docker al sistema (per 64 bit)
echo "deb [arch=amd64] https://download.docker.com/linux/debian $(lsb_release -cs) stable" | tee -a /etc/apt/sources.list.d/docker.list

aggiornate il tuttoe lanciate l’installazione di docker:
apt-get update
apt-get install docker-ce

sono circa 450 MB, quindi bisogna aspettare….

al termine lanciate il comando seguente:
apt-get install apparmor-utils avahi-daemon curl dbus jq network-manager socat  

Ci siamo quasi…………

Ora se state usando un terminale dovete chiudetelo e lanciare il seguente comando direttamente dal sistema (sempre da root) in quanto durante l’installazione di HASSIO ciò potrebbe dare problemi:

curl -sL "https://raw.githubusercontent.com/home-assistant/hassio-installer/master/hassio_install.sh" | bash -s

NB è un comando su una riga unica

Dopo pochi minuti, se aprite una pagina web all’indirizzo  :8123, sarà disponibile la videata classica di attesa di HASSIO

e poco dopo…

 
Ora siete pronti per configurare il vostro HASSIO.
 
Fase 3: repository esterne e menù Hassio
 
Se vi recate nel menù laterale, alla voce HASSIO, sezione add-on, trovata estensioni per tutti i gusti:
Configurator (per modificare i vostri file da browser, troppo comodo...), Let’s Ecrypt (permette di creare automazioni per aggiornare e creare i certificati), SSH server, duck DNS, Mosquitto ( per MQTT), TasmoAdmin (controllare i propri dispositivi TASMOTA) solo per dirne alcuni.

Se non vi bastassero c’è anche la possibilità di installarne da repository esterne, per esempio, se volete lanciare dei servizi con i DASH Button c’è la seguente:
https://github.com/danimtb/dasshio

si inserisce in alto come da immagine e si preme ADD

nella sezione dashboard del menù HASSIO invece è possibile vedere eventuali aggiornamenti, e lanciarli con un click, c’è anche una lista degli add-on installati

 
In snapshots e semplicissimo creare dei backup di HASSIO

 
Ringraziamo ancora una volta Nicola Bertelli per questa fantastica guida e godiamoci il solito video di fine articolo! Buona visione!

Produrre e aggiornare contenuti su vincenzocaputo.com richiede molto tempo e lavoro. Se il contenuto che hai appena letto è di tuo gradimento e vuoi supportarmi, clicca uno dei link qui sotto per fare una donazione.

domotica
Home Assistant
casa domotica
hassio

Seguimi su Youtube

Seguimi su Youtube

Seguimi su Youtube

Seguimi su Telegram

Seguimi su Youtube

Seguimi via RSS

Consigliati da noi
Categorie
Domotica
123 articoli
Info
16 articoli
L'angolo dei lettori
15 articoli
Auto-Moto
13 articoli
Audio-Video
12 articoli
Promo
9 articoli
Post piu letti
Funzionamento Relè eMylo come deviatore
Riprogrammare Sonoff Smart Switch Basic con Firmware Tasmota
Come integrare Sonoff switch in Home Assistant tramite IFTTT
Autoradio Android ATOTO A61721P - La Prova
Comandiamo un Relè RF eMylo tramite Broadlink RM PRO

Supportami