Questo sito si serve dei cookie tecnici di Google per l'erogazione dei servizi e ospita cookie di profilazione di terze parti, utilizzati per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su "OK" o proseguendo nella navigazione si acconsente tacitamente al loro uso.
Informativa estesa

Cookie Policy
Uso dei cookie

Il "Sito" (www.vincenzocaputo.com) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di www.vincenzocaputo.com. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.

Analizzandoli in maniera particolareggiata i nostri cookie permettono di:

  • memorizzare le preferenze inserite;
  • evitare di reinserire le stesse informazioni più volte durante la visita quali ad esempio nome utente e password;
  • analizzare l’utilizzo dei servizi e dei contenuti forniti da www.vincenzocaputo.com per ottimizzarne l’esperienza di navigazione e i servizi offerti.
Tipologie di Cookie
Cookie tecnici

Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie: persistenti e di sessione:

  • persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata
  • di sessione: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso

Questi cookie, inviati sempre dal nostro dominio, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).

Cookie analitici

I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito. www.vincenzocaputo.com userà queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del Sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul Sito. I cookie analitici sono inviati dal Sito Stesso o da domini di terze parti.

Cookie di analisi di servizi di terze parti

Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del Sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni al Sito.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti

Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito.

Cookie di profilazione

Sono quei cookie necessari a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del Sito.

www.vincenzocaputo.com, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookie tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’Utente con una o più di una delle seguenti modalità:

  • Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito.
  • Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti

Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del Sito.

Siti Web e servizi di terze parti

Il Sito potrebbe contenere collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy che può essere diverse da quella adottata da www.vincenzocaputo.com e che che quindi non risponde di questi siti.

Ultimo aggiornamento 8 marzo 2016

<Come disabilitare i cookie mediante configurazione del browser

Se desideri approfondire le modalità con cui il tuo browser memorizza i cookies durante la tua navigazione, ti invitiamo a seguire questi link sui siti dei rispettivi fornitori.

Mozilla Firefox https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie
Google Chrome https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
Internet Explorer http://windows.microsoft.com/it-it/windows-vista/block-or-allow-cookies
Safari 6/7 Mavericks https://support.apple.com/kb/Pstrong7191?viewlocale=it_IT&locale=it_IT
Safari 8 Yosemite https://support.apple.com/kb/Pstrong9214?viewlocale=it_IT&locale=it_IT
Safari su iPhone, iPad, o iPod touch https://support.apple.com/it-it/HT201265

Nel caso in cui il tuo browser non sia presente all'interno di questo elenco puoi richiedere maggiori informazioni inviando una email all'indirizzo info@nibirumail.com. Provvederemo a fornirti le informazioni necessarie per una navigazione anonima e sicura.

Questa pagina è stata generata ed è ospitata sul portale nibirumail.com - Il contenuto di questa pagina è stato generato 08 marzo 2016 attraverso il servizio Cookie Policy Generator. Il marchio Nibirumail e le aziende ad esso collegate non sono responsabili per informazioni erronee o non più aggiornate. Se desideri ricevere una versione aggiornata di questi contenuti contatta il proprietario di dalla pagina precedente.

OK

di Vincenzo Caputo

Raspberry

Creiamo un Assistente vocale con Raspberry

Data: 09 dicembre 2017

LE COSE DI CUI HAI BISOGNO PER QUESTO PROGETTO:

Qualche anno fa, quando ho iniziato a smanettare con Tasker, mi ha colpito subito la possibilità di creare comandi vocali per eseguire le azioni di tasker e quindi di conseguenza di modificare il mondo attorno a me grazie alla mia voce, magari accendendo una lampadina, o aprendo una porta o facendo salire una tenda, ecc... Certo quattro anni fa faceva ancora una certa impressione realizzare una cosa del genere, oggi invece siamo molto più abituati alle interazioni vocali con i dispositivi che ci circondano.

Ricordo che tra i primi problemi con cui mi sono scontrato nel realizzare un sistema vocale di controllo della domotica di casa mia, basata su Tasker, c'è stato quello della disponibilità del dispositivo/microfono ad essere sempre attivo o ad essere attivato al momento della richiesta vocale. Ben presto ho capito che, dover andare presso il mio tablet o tirare fuori lo smartphone per tappare sull'icona che metteva in ascolto il dispositivo, faceva perdere gran parte dell'utilità di utilizzare la voce per azionare i comandi. Infatti una volta di fronte al dispositivo tanto valeva premere direttamente sull'icona che azionava il task desiderato. Ho cercato allora di utilizzare la funzione di autovoice "always listening" che mi permetteva di mettere il dispositivo in ascolto continuo per poter dare liberamente i comandi mentre gironzolavo per la casa.
Altro problema: all'attivaizone della madalità "Continuous" di autovoice parte un fastidioso beep che si ripete ogni 4 secondi rendendo di fatto inutilizzabile questa modalità in ambito domotico.

Ho ripiegato allora sul più classico "ok Google" grazie all'integrazione tra autovoice e Gnow, anche se non ho mai digerito fino in fondo l'obbligo di dover dire proprio "ok Google" e di non poter cambiare la parola di attivazione. In ogni caso fino a poco tempo fa, con questo sistema, le cose sono andate abbastanza bene e ne ho fatto largo uso sopratutto in automobile per non dove staccare la mani dal volante quando davo i comandi. Da qualche settimana la sostituzione di Gnow a favore di Google Assistant, ha complicato ulteriormente le cose, ma non è questo l'articolo dedicato all'argomento.

Un po di tempo fa mi è capitato di leggere che il plugin di avutovoice era stato rilasciato sottoforma di estensione del Browser Google Chrome. L'ho installato al volo e ci ho fatto qualche prova con il pc in ufficio non appronfondendo più di tanto la questione perchè per gli utilizzi che ne faccio io, non mi sembrava tanto comodo dover accendere un pc per dover pronunciare un comando vocale. Fino a quando qualche giorno fa mi sono chiesto se questa estensione non potesse girare su Rasbian con Raspberry e diventare finalmente il mio dispositivo "always listening" senza l'obbligo dell'odioso (per me naturalmente) ok Google!

Detto fatto, mi sono messo all'opera, ho installato l'ultima versione di Raspbian su Raspberry PI 3, ho aperto il browser Chromium (che è la versione open di Chrome) e ho cercato subito l'estensione sullo store. Autovoice risultava installabile anche su Chromium, quindi sono andato avanti l'ho configurata e... dannazione, Raspberry non ha un ingrasso MIC! Ho acquistato su Amazon una scheda audio USB per fornire l'ingresso microfono al mio raspberry et voilà! Funziona alla perfezione. L'ho posizionato in casa collegato al Router WiFi con il microfono e riesco a dare comandi vocali liberamente finalmente senza dover dire "ok Google". In realtà ho sotituito la parola chiave con un più figherrimo "Jarvis"! Nel video a fine articolo potete vedere il sistema in azione.

Ma andiamo a descrivere passo passo come procedere:

Naturalmente procuriamoci tutto il necessario come da lista della spesa in cima all'articolo. Poi rechiamoci al seguente link e scarichiamo Raspbian. Estraiamo l'immagine appena scaricata sulla Micro SD seguendo i seguenti passi.

  • Scarica Etcher e installalo.
  • Collega un lettore di schede SD con la scheda SD all'interno.
  • Apri Etcher e seleziona dal tuo disco rigido il Raspberry Pi .img o il .zipfile che desideri scrivere sulla scheda SD.
  • Seleziona la scheda SD in cui desideri scrivere l'immagine.
  • Controlla le tue selezioni e fai clic su "Flash!" per iniziare a scrivere i dati sulla scheda SD.

Bene, inserite la MicroSD nel Raspberry collegatelo alla rete LAN, collegate la scheda audio USB e un microfono, tastiera mouse, monitor e poi alimentatelo con un alimentatore da smartphone.
Se avete fatto tutto bene vedrete avviarsi Rasbian. Un volta entrati nel sistema aprite il Browser Chromium e cercate l'estensione autovoice dall'apposito store. Sotto alcune immagini (le ho prese da Ubuntu sul mio Notebook ma sono identiche a raspbian) per indicarvi i percorsi:

Come nella seguente schermata scegliete di visitare il Web Store delle estensioni:

Nella seguente immagine potete vedere il plugin che va installato dallo store delle stensioni di Chrome:

Procedete concedendo le autorizzazioni ad autovoice per l'utilizzo del microfono come vedete qui di seguito:

In questa fase (o in quelle successive) vi verrà chiesto di inserire le credenziali gmail per loggarvi dentro Chromium, subito dopo entrare nella configurazione di autovoice cliccando con il tasto destro del mouse sull'icona di autovoice in alto a destra nella finestra del browser e scegliendo opzioni. Configurate come vedete qui di seguito:

Naturalmente potrete cambiare la parola "Jarvis" con quella che preferite oppure potrete omettere del tutto di valorizzare quel campo, ma in tal caso qualunque cosa diciate in ogni momento verrà processata dal sistema.

Da notare che nell'ultima immagine trovate Your Devices. Questi sono i dispositivi a cui il vostro raspberry invierà i comandi recepiti. Per far comparire i dispositivi dovrete andare nell'app autovoice sul vostro smartphone o tablet e nelle opzioni andare alla voce "Devices" e collegare l'account google di riferimento (naturalmente lo stesso che avete usato per configurare Chrmium sul Raspberry). Nel video di esempio il mio raspberry invia i comandi al Tablet Nexus 7 su cui ho impostato alcuni task che reagiscono ad autovoice. Praticamente è come se i comandi li inviassi direttamente dal tablet.

Infine facciamo in modo che Raspbian lanci ad ogni riavvio una sessione di Chomium per far si che parta anche l'estensione di autovoice .Aprite un terminale dentro raspbian e digitate sudo nano ~/.config/lxsession/LXDE-pi/autostart e alla fine del file aggiungete la stringa chomium-browser come potete osservare nella seguente immagine. Uscite e salvate.

 

Ora vi lascio al video domostrativo e aspetto numerosi i commenti e le domande. Buona visione!

domotica
android
Raspberry

Seguimi su Youtube

Seguimi su Youtube

15,500 iscritti

Seguimi su Facebook

Seguimi su Facebook

2,672 iscritti

Seguimi su Youtube

Seguimi su Telegram

878 iscritti

Seguimi su Youtube

Seguimi via RSS

Consigliati da noi
Categorie
Domotica
137 articoli
L'angolo dei lettori
16 articoli
Info
16 articoli
Audio-Video
14 articoli
Auto-Moto
13 articoli
Promo
9 articoli
Post piu letti
Funzionamento Relè eMylo come deviatore
Riprogrammare Sonoff Smart Switch Basic con Firmware Tasmota
Come integrare Sonoff switch in Home Assistant tramite IFTTT
Autoradio Android ATOTO A61721P - La Prova
Tutti pazzi per Shelly - la nostra prova dello Shelly 1

Supportami