Aggiornamento Home Assistant Core 2021.4.0

Aggiornamento Home Assistant Core 2021.4.0

di Antonio Mario Longo

08 Aprile 2021

Aggiornamenti Home Assistant

Antonio Mario Longo

Come di consueto è arrivata agli inizi del mese una nuova versione di Home Assistant che porta il nostro amato software di domotica alla release 2021.4, dedicata agli utenti "smanettoni". Infatti è stata introdotto il debug delle automazioni. Inoltre finalmente EspHome è stato riconosciuto come componente ufficiale di Home Assistant. Iniziamo a scoprire le novità.

Aggiornamento del database

Appena completato l'aggiornamento noterete un ritardo, soprattutto nel caricamento delle entità dovuto alla migrazione del database. Quindi ci sarà un nuovo modo di gestione della cronologia delle entità. Il tempo del primo avvio può variare in base ai dati cronologici memorizzati nel sistema e alla potenza della macchina che ospita Home Assistant, quindi abbiate pazienza durante l'aggiornamento.

Debug delle Automazioni

Quante volte vi è capitato di avere problemi con le automazioni e non venirne a capo?? Bene in questa release è stata introdotta la funzione di debug delle Automazioni. 

Autoamation debug example

Nell'immagine sovrastante è possibile vedere un'automazione, e con il suo grafico interattivo viene evidenziato il percorso intrapreso dalla stessa. Cliccando su ogni step è possibile visualizzare in dettaglio cosa accade specificatamente e capire quando l'automazione si ferma e quindi eseguire un debug.

Analisi di Home Assistant

Grazie alla collaborazione e all'integrazione di Opt-in, un servizio pubblico e open source, è possibile avere delle analisi di utilizzo di Home Assistant salvaguardando la privacy degli utenti. 

analytics

I risultati possono essere visionati sul seguente indirizzo: https://analytics.home-assistant.io . Lo scopo del progetto è di migliorare le priorità del progetto e ad  aggiungere ad Home Assistant nuovi controlli e nuove funzionalità concentrate sulla privacy. E' possibile quindi attivare Home Assistant Analytics dirigendosi su Impostazioni nel menù laterale sinistro, e nella pagina destra che si aprirà selezionare l'opzione Generale e nuovamente scorrere in basso alla pagina e attivare le opzioni di Analisi.

attivazione analisi

In alternativa (se avete attivato il servizio My Home Assistant) potete semplicemente cliccare il seguente  link:

Avvisi per variabili indefinite nei Templates

Questa funzione tecnicamente è un piccolo miglioramento. Immaginate di avere questo piccolo template: {{my_variable}}.

Se my_variable non è presente in Home Assistant, il template veniva saltato o ignorato dal sistema. Da un lato il salto o la non curanza del template potrebbe far comodo, in alcuni casi, invece, potrebbe diventare un problema, se lo stesso venisse richiamato successivamente.

Per esempio, scrivendo in maniera errata {{ my_varaible }} al posto di {{my_variable}}, non vi accorgereste immediatamente dell'errore di digitazione sino a quando non ponete maggiore attenzione. Oggi invece Home Assitant segnalerà un avviso nel log

warning variables

Proprio per questo motivo, non meravigliatevi  se nel log potreste trovare alcuni avvisi dopo l'aggiornamento, che potrete comunque correggere. Da oggi quindi non sarà possibile impostare una variabile non valorizzata,perciò dovrete obbligatoriamente impostarla con un valore ben definito. Per ora questa impostazione verrà visualizzata nel log come un avviso, dalla versione di Home Assistant di Ottobre 2021, visualizzerete il tutto come un errore e sarà obbligatorio correggere il tutto.

Filtrare Automazioni, Script e Scene

Filtrare le automazioni è diventato oramai una priorità, gli sviluppatori lo hanno capito nel passato in base alle richieste di funzionalità, discussioni e problemi riscontrati. Proprio per questi inconvenienti saranno creati suggerimenti in base a etichette, cartelle e molto altro. Per ora è possibile categorizzare il tutto per Dispositivi, Aree o Entità

Categorizzare

Aggiornamento Z-Wave JS

In questa versione potrebbero esserci dei problemi con le automazioni esistenti con i dispositivi Z-Wave, pochè sono in corso delle modifiche sostanziali. Le notizie meno belle vengono accompagnate da evoluzioni fantastiche, come ad esempio la configurazione di ogni singolo dispositivo Z Wave direttamente dal front-end di Home Assistant, cliccando semplicemente sul pulsante "Configura Dispositivo" presente su ogni singolo device. Questa funzionalità permette di gestire e regolare i parametri di configurazione specifici del dispositivo selezionato. 

zwave-device config

Inoltre sono stati introdotti due nuovi servizi:

  • zwave_js.set_value : un servizio in grado di impostare un valore direttamente su un dispositivo Z-Wave, bypassando Home Assistant.
  • zwave_js.bulk_set_partial_config_parameters : un servizio che ti permetterà di impostare i parametri di configurazione in blocco.

Selettore Grafico per gli Scripts

Ora sarà possibile impostare i vari parametri negli script con un selettore grafico. Questa interfaccia è molto simile a quella delle Blueprints. Infatti gli stessi potranno essere riutilizzati facilmente attraverso la propria interfaccia utente e in quella delle automazioni.

scripts-selectors

Altre modifiche importanti

  • Le integrazioni Home Control, Apple Tv e MQTT ora suggeriscono le aree durante la loro integrazione.
  • Ora è possibile configurare dispositivi Google Cast con l'apposita integrazione, indicando l'IP. Questa funzionalità può risultare molto utile in caso di problemi con mDNS.
  • Da questa release è possibile selezionare i vari formati numerici nel proprio profilo come da immagine a seguito
    number-format
  • E' stato aggiunto il supporto agli ID per le entità KNX, permettendo così la modifica delle entità direttamente nel frontend il raggruppamento in aree.
  • HomeKit ora supporta come classe dei dispositivi CO/CO2
  • Per i possessori dei dispositivi Hyperion, da oggi sarà possibile nascondere alcuni effetti dall'interfaccia utente, utilizzando le opzioni di integrazione.
  • Ora è possibile filtrare i messaggi nei logs in maniera più regolare usando espressioni regolari.
  • Ora è possibile abilitare i sensori di conteggio delle librerie nell'integrazione Plex. Queste sono di default disabilitate ma da oggi è possibile abilitarle dall'integrazione stessa.
  • Premendo i tasti C ed E dalla propria tastiera è possibile visualizzare nuove etichette.

Nuove Piattaforme

Le seguenti integrazioni, ora utilizzano nuove piattaforme:

  • Sulle integrazioni Panasonic Viera e Tv Philips sono stati aggiunti i supporti per nuovi telecomandi
  • Nel Supervisor è stata aggiunta l'integrazione per i servizi come la versione e gli aggiornamenti disponibili
  • Nell'integrazione Tado è stato aggiunto il supporto per le previsioni metereologiche.

Nuove Integrazioni disponibili dall'interfaccia utente

  • Ventilatori, sensori e luci Xiaomi
  • Dispositivi HIVE come lampade prese e sensori
  • Integrazione dei sistemi di allarme Verysure

Cambiamenti Decisivi

  • I custom component necessitano della stringa version nel file manifest.json, per ora sarà creato un messaggio di avviso. Ma si ricorda che da Giugno, quindi dalla versione 2021.6 i custom component che non avranno la stringa sopra citata saranno bloccati.
  • Ventole, sensori e luci della Xiaomi ora possono essere integrati in Home Assistant con l'interfaccia grafica dal menu Integrazioni. Se avrete integrato, uno dei tre componenti indicati attraverso il file configuration.yaml il sistema importerà automaticamente i dispositivi e dopo l'aggiornamento potrete rimuovere le righe di codice utilizzate in precedenza.
  • La piattaforma LIFX Legacy è stata deprecata e verrà rimossa da Home Assistant nella versione 2021.6, ma potrete comunque utilizzare i vostri dispositivi con la nuova integrazione LIFX.
  • Il componente Wake on LAN da oggi presenterà lo stato dummy, che indicherà la mancanza dell' host  . Perciò, lo stato sarà basato soltanto sul parametro di configurazione (opzionale) host. Con questa modifica la configurazione host è ancora facoltativa, ma se non è definita, lo stato dell'opzione sarà semplicemente l'ultima azione intrapresa. Se utilizzate un'entità Wake on LAN in un'automazione o in uno script, assicuratevi che lo stato siano ancora in sospeso.
  • L'integrazione Verysure è stata riscritta e da ora sarà possibile configurarla attraverso l'interfaccia utente di Home Assistant. La configurazione nel file Configuration.yaml sarà automaticamente importata e potrete rimuovere le stringhe senza problemi. Se dopo l'integrazione il sistema d'allarme non dovesse comparire, controllare la dashboard delle integrazioni. In alcuni casi (anche se rari), con account che possiedono più integrazioni di allarme sarà necessario selezionare lo specifico sistema d'allarme su cui migrare.
  • Potrebbe non essere un cambiamento decisivo, ma i file secret per il momento saranno supportati solo all'interno del file configuration.yaml. Per questa motivazione potrebbero esserci problemi con i temi DWAINS e il tema Infused HomeKit, quindi ponete attenzione all'aggiornamento.
  • L'opzione di configurazione auto_start di Home Kit non è più necessaria. Quindi se tale opzione fosse presente nel file di configurazione, oppure se utilizzate tale servizio all'avvio potete rimuoverlo tranquillamente in sicurezza.
  • Nelle vecchie release il componente WorkDay utilizzava il fuso orario configurato sul sistema. Gli sviluppatori hanno riscontrato un bug con il fuso orario UTC con 11 ore di anticipo, quindi per chi utilizzava automazioni o script che modificavano il comportamento in maniera corretta del sensore possono ora eliminare i contenuti che correggevano il tutto in maniera manuale.
  • Al riavvio di Home Assistant il sensore ping riporterà lo stato precedente al riavvio e lo manterrà sino all'aggiornamento in background. Questa novità è stata introdotta per evitare il rischio di time out all'avvio del sistema.
  • I dispositivi media_player che erano associati a Plex Web ora sono stati rimossi. Quindi rimuovete tutte le entità associate e sostituitele con i dispositivi presenti nel vostro sistema.

Conclusioni

Leggendo i vari cambiamenti, si potrebbe pensare ad uno stravolgimento del sistema. Invece, analizzando con un occhio più attento potremmo dire che il sistema sta migrando verso l'ottimizzazione dei piccoli particolari, e vuol rendere il tutto più completo possibile con l'aiuto per gli sviluppatori del sistema di analisi. Non spaventatevi se all'inizio il sistema impiega più tempo del dovuto, poichè vedrete successivamente un significativo miglioramento in termini di velocità nel sistema. Infatti il front-end risulterà molto più snello. Si consiglia di aggiornare per primo Home Assistant Os alla versione 5.13 e solo dopo aggiornare Home Assitant Core alla versione 2021.4.

Vi ricordo di seguirci e iscrivervi sui i nostri canali:

Telegram: https://t.me/vincenzocaputoblog

Youtube: https://www.youtube.com/c/VincenzoCaputo77

Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/homeassistantita

Google News: https://news.google.com/publications/CAAqBwgKMNe-lgswuuStAw?hl=it&gl=IT&ceid=IT%3Ait

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/caputovince

Colgo l'occasione per ricordarvi di seguire la live sul nostro canale youtube di venerdì 9 Aprile 2021 alle ore 19:30 - entrate nel seguente link e impostate il promemoria!

 

Produrre e aggiornare contenuti su vincenzocaputo.com richiede molto tempo e lavoro. Se il contenuto che hai appena letto è di tuo gradimento e vuoi supportarmi, clicca uno dei link qui sotto per fare una donazione.

Antonio Mario Longo

Antonio Mario Longo

Nato a Foggia nel Settembre 1984 perito elettrotecnico di sistemi e automazione, lavoro nel settore aereonautico su macchine a controllo numerico per la produzione di particolari in fibra di carbonio, appassionato di informatica (nata dai primi 8086) e automatismi per le nuove case del futuro.

Disqus loading...