Come resettare la spia avaria motore con Android

Come resettare la spia avaria motore con Android

di Vincenzo Caputo

17 Maggio 2020

Auto-Moto

Vincenzo Caputo

Le cose di cui hai bisogno per realizzare questo progetto:

 

Se guidate l'automobile da un po', vi sarà capitato almeno una volta nella vita di incappare nel fatidico errore di avaria motore che si presenta sottoforma di spia luminosa all'interno del scruscotto della nostra auto. Talvolta la spia è accompagnata da un messaggio scritto tipo "far controllare motore" e talvolta l'automobile entra in una sorta di modalità protetta operando una limitazione della potenza disponibile, probabilmente per scongiurare di procurare ulteriori danni al motore. In questo caso è sempre consigliabile recarsi dal proprio meccanico di fiducia per una verifica in officina. Tuttavia potremmo attrezzarci per fare una prima diagnostica autonomamente e addirittura spegnere la spia di avaria motore.

E' chiaro che se il motore presenta un malfunzionamento, spegnere la spia non risolverà il problema che si ripresenterà subito dopo. Talvolta però questi errori sono generati da malfunzionamenti transitori di alcuni sensori che potrebbero anche non presentarsi più per il resto della vita del veicolo. Di fatto in questi casi la visita in officina si risolve con una verifica generale che non rileva malfunzionamenti apparenti e la dissattivazione dell'errore in centrallina. Questo è il classico caso in cui potremmo fare tutto da soli come mi appresto ad illustrarvi.

Collega l'adattatore OBD2 alla relativa porta in automobile:

In questa fase dovete individuare dove si trova la porta OBD2 nella vostra auto. Nella mia si trova nel vano fusibili. La porta in questione è la stessa che utilizzano nelle autofficine per la diagnostica, quindi se non doveste riuscire ad individuarla potrete chiedere al vostro meccanico di fiducia di aiutarvi. La porta è standard ed è presente su tutti i veicoli dal 2001 in poi (con alcune eccezioni), in ogni caso diciamo che è difficile che un automobile attualmente in circolazione non disponga di tale porta (ad eccezione naturalmente delle auto d'epoca). Una volta individuata la porta e collegato l'adattatore la domanda che nasce spotanea è: devo collegarlo ogni volta che lo uso e scollegarlo quando ho finito? Ci sono problemi di assorbimento per la batteria se lo lascio collegato?Vi dico che sulla mia auto è collegato praticamente da sempre e non ho mai avuto cali apprezzabili della batteria anche dopo diversi giorni di inutilizzo della macchina.

Installate Torque sul vostro dispositivo Android:

Torque è un app che permette di monitorare i dati provenienti dal motore della vostra autovettura, consentendo una semplice diagnostica in tempo reale. Gestisce inoltre i dati provenienti dai sensori del motore e quelli integrati nello smartphone, tra cui gli accelerometri, e li restituisce sotto forma di strumenti virtuali completamente configurabili e posizionabili in 7 pagine diverse. 

Configuriamo Torque:

Prima di configurare Torque collegate tramite bluetooth l'adattatore OBD2 al vostro dispositivo Android.Aprite l'app Torque e recatevi nelle impostazioni. Selezionate la voce "imposta interfaccia OBD2" e nel menu seguente "Seleziona dispositivo bluethoot". Selezionate il dispositivo OBD2.

A questo punto potete procedere asattamente come vedrete nel video qui di seguito. Buona visione!

 

Produrre e aggiornare contenuti su vincenzocaputo.com richiede molto tempo e lavoro. Se il contenuto che hai appena letto è di tuo gradimento e vuoi supportarmi, clicca uno dei link qui sotto per fare una donazione.

Vincenzo Caputo

Vincenzo Caputo

Nato a Matera, il 1° novembre 1977. Sono da sempre appassionato di tecnologia e ho un'esperienza lavorativa ventennale nel settore IT. Mi piace sperimentare e cercare sempre nuove soluzioni e soprattutto mi piace comunicare le mie esperienze agli altri.

Disqus loading...