Questo sito si serve dei cookie tecnici di Google per l'erogazione dei servizi e ospita cookie di profilazione di terze parti, utilizzati per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su "OK" o proseguendo nella navigazione si acconsente tacitamente al loro uso.
Informativa estesa

Cookie Policy
Uso dei cookie

Il "Sito" (www.vincenzocaputo.com) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di www.vincenzocaputo.com. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.

Analizzandoli in maniera particolareggiata i nostri cookie permettono di:

  • memorizzare le preferenze inserite;
  • evitare di reinserire le stesse informazioni più volte durante la visita quali ad esempio nome utente e password;
  • analizzare l’utilizzo dei servizi e dei contenuti forniti da www.vincenzocaputo.com per ottimizzarne l’esperienza di navigazione e i servizi offerti.
Tipologie di Cookie
Cookie tecnici

Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie: persistenti e di sessione:

  • persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata
  • di sessione: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso

Questi cookie, inviati sempre dal nostro dominio, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).

Cookie analitici

I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito. www.vincenzocaputo.com userà queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del Sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul Sito. I cookie analitici sono inviati dal Sito Stesso o da domini di terze parti.

Cookie di analisi di servizi di terze parti

Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del Sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni al Sito.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti

Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito.

Cookie di profilazione

Sono quei cookie necessari a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del Sito.

www.vincenzocaputo.com, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookie tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’Utente con una o più di una delle seguenti modalità:

  • Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito.
  • Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti

Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del Sito.

Siti Web e servizi di terze parti

Il Sito potrebbe contenere collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy che può essere diverse da quella adottata da www.vincenzocaputo.com e che che quindi non risponde di questi siti.

Ultimo aggiornamento 8 marzo 2016

<Come disabilitare i cookie mediante configurazione del browser

Se desideri approfondire le modalità con cui il tuo browser memorizza i cookies durante la tua navigazione, ti invitiamo a seguire questi link sui siti dei rispettivi fornitori.

Mozilla Firefox https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie
Google Chrome https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
Internet Explorer http://windows.microsoft.com/it-it/windows-vista/block-or-allow-cookies
Safari 6/7 Mavericks https://support.apple.com/kb/Pstrong7191?viewlocale=it_IT&locale=it_IT
Safari 8 Yosemite https://support.apple.com/kb/Pstrong9214?viewlocale=it_IT&locale=it_IT
Safari su iPhone, iPad, o iPod touch https://support.apple.com/it-it/HT201265

Nel caso in cui il tuo browser non sia presente all'interno di questo elenco puoi richiedere maggiori informazioni inviando una email all'indirizzo info@nibirumail.com. Provvederemo a fornirti le informazioni necessarie per una navigazione anonima e sicura.

Questa pagina è stata generata ed è ospitata sul portale nibirumail.com - Il contenuto di questa pagina è stato generato 08 marzo 2016 attraverso il servizio Cookie Policy Generator. Il marchio Nibirumail e le aziende ad esso collegate non sono responsabili per informazioni erronee o non più aggiornate. Se desideri ricevere una versione aggiornata di questi contenuti contatta il proprietario di dalla pagina precedente.

OK

di Vincenzo Caputo

Auto-Moto

Come realizzare un antifurto satellitare con uno smartphone e Tasker

Data: 22 febbraio 2017

LE COSE DI CUI HAI BISOGNO PER QUESTO PROGETTO:

  • Un vecchio smartphone Android (o uno nuovo economicissimo) da tenere in auto o in moto con SIM abilitata al traffico dati (la quantità dei dati sarà veramente minima, potete quindi scegliere il profilo economico del vostro operatore più vantaggioso possibile);
  • L'app Tasker;
  • Il plugin per Tasker Autoremote;
  • Il plugin Autovoice (nel caso non vi interessino i comandi vocali potrete farne a meno);
  • Eventuali adattatori USB/accendisigari per la ricarica del vostro dispositivo;
  • Eventuali adattatori accendisigari femmina;
  • Eventuali convertitore di Alimentazione 12V a 5V;
  • Un Powerbank per estendere l'autonomia della batteria in caso di inutilizzo prolungato del mezzo;

Probabilmente avete sentito parlare almeno una volta di antifurti satellitari installati o da installare sulla propria automobile o moto per poterla rintracciare in caso di furto. Sicuramente sapete anche che il vostro smartphone ha un sistema di localizzazione satellitare. Ma avete mai pensato di utilizzarlo nella vostra auto, magari ben nascosto da qualche parte, per geolocalizzarla qualora fosse rubata?
Andiamo a vedere come poter realizzare una cosa del genere tramite le automazioni di Tasker.

Dal punto di vista pratico la prima cosa che dovete fare è individuare dove riporre/nascondere il dispositivo Android che fungerà da ricevitore satellitare. Nel video potete vedere che lo scooter utilizzato ha un vano porta oggetti con già predisposta la presa accendisigari collegata alla chiave del quadro. Questa naturalmente è la situazione ideale perchè è bastato inserire un classico caricatore USB da auto nell'accendisigari, per avere a disposizione un alimentazione per i nostro dispositivo. Nel caso non abbiate la stessa fortuna dovrete provvedere ad individuare un vano dove far arrivare la 12v direttamente dalla batteria e poi utilizzare un convertitore di tensione 12v-5v (nell'elenco in alto ne ho suggerito uno). Occhio a predisporre un eventuale interruttore che stacchi tutto per evitare che la batteria della moto/macchina si scarichi in caso di inutilizzo prolungato.

Passiamo alla configurazione software: 
Iniziamo con installare Tasker e autoremote su tutti e due i dispositivi (quello da lasciare in auto e quello vostro personale). Successivamente associamo i due dispositivi tramite autoremote. Vi ricordo che per associare i due dispositivi dovete inserire l'URL, che compare appena aprite l'app, nell'altro device e viceversa. Nel dettaglio ho spiegato questa operazione nella videoguida alla realizzazione del sistema di videosorveglianza. Successivamente useremo proprio autoremote per scambiare le coordinate geografiche tra i dispositivi. Riassumo di seguito le operazioni da effettuare sui due dispositivi:

Dispositivo GPS

  • Crea un nuovo task e chiamalo "ottieni posizione" (o con il nome che più ti piace)
  • Aggiungi un azione di tipo Get Location e nel campo Source imposta l'opzione Net.
  • Aggiungi un azione di tipo plugin-autoremote-message e configurala come destinatario: il dispositivo personale e come messaggio da inviare: posizione_%LOCN (rispetta maiuscole e minuscole).
  • Aggiungi un profilo di tipo event-plugin-autoremote e come message filter scrivi: posizione
  • Collega il profilo appena creato con il task "ottieni posizione"
  • Imposta il nelle opzioni di geolocalizzazione di Android la modalità basso consumo.

Dispositivo personale

  • Crea un nuovo task e chiamalo "richiedi posizione" (o con il nome che più ti piace)
  • All'interno crea un unica azione plugin-Autoremote-Message e scegli come dispositivo a cui inviare il messaggio quello GPS e come messaggio da inviare "posizione"
  • Collega questo task come widget sulla home dopo avergli assegnato un icona
  • Crea un nuovo task e chiamalo "apri mappa" (o con il nome che più ti piace)
  • Aggiungi un azione Variable Set con Name: %Posizione To: %armessage (rispetta maiuscole e minuscole)
  • Aggiungi un azione Variable Split con Name: %Posizione e Splitter:_ (trattino basso)
  • Aggiungi un azione Open Map con Mode: Point e Lat,Long: %Posizione2
  • Aggiungi un azione Say con Text: Posizione rilevata (oppure quello che vuoi che dica lo smartphone quando riceve le coordinate)
  • Esci dal task e crea un profilo di tipo Event-plugin-AutoRemote con message filter: posizione e collegalo al task "apri mappa"

Il seguente schema dovrebbe chiarirvi ulteriormente come configurare Tasker sui due dispositivi:

Ora pigiando semplicmente sul widget che avete creato sulla home del vostro dispositivo personale dovreste veder partire un messaggio di autoremote e dopo qualche istante riceverne uno con le coordinate e successiva apertura automatica di Google Maps.

Se invece vogliamo ricevere una notifica quando lo smartphone (e quindi l'auto o la moto su cui è montato) esce da una determinata area geografica dobbiamo procedere come segue:

Sul dispositivo GPS:

  • Crea un nuovo task e chiamalo "zona sicura"
  • Aggiungi all'interno del task appena creato un azione di tipo plugin-autoremote-Notification
  • Dentro device specifica il tuo dispositivo personale e compila a piacere il campo Title (il titolo della notifica) e text (il testo della notifica). Se vuoi ci sono anche altri campi da personalizzare.
  • Crea un nuovo task e chiamalo "zona non sicura"
  • Aggiugi lo stesso tipo di notifica del precedente task cambiando naturalmente la descrizione del messaggio (in questo caso ci dovrà notificare l'uscita dalla zona sicura).
  • Crea un nuovo profilo di tipo Location-new location
  • Nella mappa in basso a sinistra disattiva il pulsante GPS e lascia attivo solo il pulsante Net.
  • Pigia sul simbolo del puntino del mirino in alto a destra e aspetta che il dispositivo localizzi la sua posizione.
  • A questo punto non ci rimane che scegliere il raggio dell'arera entro la quale definire la nostra zona (100m, 200m, ecc...) pulsante in basso a destra.
  • Dopo aver definito tutti i parametri desiderati uscite e collegate questo profilo al task "zona sicura"
  • Ora premete e tenete premuto sul task zona sicura e selezionate la voce add exit task e questa volta scegliete il task "zona non sicura".

Per chiarirvi ulteriormente come ipostare la zona sicura fate riferimento alla seguente immagine:

Se hai fatto tutto correttamente dovresti ritrovarti in tasker una schermata simile a questa:

Vi lascio al video dimostrativo del lavoro da me realizzato. Naturalmente se avete domande contattatemi pure lasciando un commento a questo articolo o direttamente su YouTube come commento al video. Buona visione!

 

Produrre e aggiornare contenuti su vincenzocaputo.com richiede molto tempo e lavoro. Se il contenuto che hai appena letto è di tuo gradimento e vuoi supportarmi, clicca uno dei link qui sotto per fare una donazione.

domotica
tasker
GPS
Auto
Moto

Seguimi su Youtube

Seguimi su Youtube

Seguimi su Youtube

Seguimi su Telegram

Seguimi su Youtube

Seguimi via RSS

Consigliati da noi
Categorie
Domotica
122 articoli
Info
16 articoli
L'angolo dei lettori
15 articoli
Auto-Moto
13 articoli
Audio-Video
12 articoli
Promo
9 articoli
Post piu letti
Funzionamento Relè eMylo come deviatore
Riprogrammare Sonoff Smart Switch Basic con Firmware Tasmota
Come integrare Sonoff switch in Home Assistant tramite IFTTT
Autoradio Android ATOTO A61721P - La Prova
Comandiamo un Relè RF eMylo tramite Broadlink RM PRO

Supportami