Questo sito si serve dei cookie tecnici di Google per l'erogazione dei servizi e ospita cookie di profilazione di terze parti, utilizzati per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su "OK" o proseguendo nella navigazione si acconsente tacitamente al loro uso.
Informativa estesa

Cookie Policy

Uso dei cookie

Il "Sito" (www.vincenzocaputo.com) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di www.vincenzocaputo.com. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.

Analizzandoli in maniera particolareggiata i nostri cookie permettono di:

  • memorizzare le preferenze inserite;
  • evitare di reinserire le stesse informazioni più volte durante la visita quali ad esempio nome utente e password;
  • analizzare l’utilizzo dei servizi e dei contenuti forniti da www.vincenzocaputo.com per ottimizzarne l’esperienza di navigazione e i servizi offerti.

Tipologie di Cookie

Cookie tecnici

Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie: persistenti e di sessione:

  • persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata
  • di sessione: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso

Questi cookie, inviati sempre dal nostro dominio, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).

Cookie analitici

I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito. www.vincenzocaputo.com userà queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del Sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul Sito. I cookie analitici sono inviati dal Sito Stesso o da domini di terze parti.

Cookie di analisi di servizi di terze parti

Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del Sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni al Sito.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti

Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito.

Cookie di profilazione

Sono quei cookie necessari a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del Sito.

www.vincenzocaputo.com, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookie tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’Utente con una o più di una delle seguenti modalità:

  • Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito.
  • Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti

Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del Sito.

Siti Web e servizi di terze parti

Il Sito potrebbe contenere collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy che può essere diverse da quella adottata da www.vincenzocaputo.com e che che quindi non risponde di questi siti.

Ultimo aggiornamento 8 marzo 2016

<

Come disabilitare i cookie mediante configurazione del browser

Se desideri approfondire le modalità con cui il tuo browser memorizza i cookies durante la tua navigazione, ti invitiamo a seguire questi link sui siti dei rispettivi fornitori.

Mozilla Firefox https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie
Google Chrome https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
Internet Explorer http://windows.microsoft.com/it-it/windows-vista/block-or-allow-cookies
Safari 6/7 Mavericks https://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT&locale=it_IT
Safari 8 Yosemite https://support.apple.com/kb/PH19214?viewlocale=it_IT&locale=it_IT
Safari su iPhone, iPad, o iPod touch https://support.apple.com/it-it/HT201265

Nel caso in cui il tuo browser non sia presente all'interno di questo elenco puoi richiedere maggiori informazioni inviando una email all'indirizzo info@nibirumail.com. Provvederemo a fornirti le informazioni necessarie per una navigazione anonima e sicura.

Questa pagina è stata generata ed è ospitata sul portale nibirumail.com - Il contenuto di questa pagina è stato generato 08 marzo 2016 attraverso il servizio Cookie Policy Generator. Il marchio Nibirumail e le aziende ad esso collegate non sono responsabili per informazioni erronee o non più aggiornate. Se desideri ricevere una versione aggiornata di questi contenuti contatta il proprietario di dalla pagina precedente.

OK

Domotica

Tutti pazzi per Shelly - la nostra prova dello Shelly 1

Autore: Luigi Duchi | Data: 30 ottobre 2018

Fino a qualche anno fa, quando si parlava di domotica, sembrava di parlare una lingua sconosciuta ai più. Sembrava di fare discorsi futuristici ben lontani dall'uso e comune. Con il tempo la tecnologia in questo settore si è molto evoluta fino ad arrivare ad una sempre più rapida propagazione di soluzioni sempre più valide e innovative.

Oggi parliamo di un'azienda che sta creando molto hype tra gli amanti del settore, un'azienda che promette a prezzi modici di domotizzare il nostro appartamento senza assolutamente sconvolgerne l'impianto elettrico.

Oggi parliamo di SHELLY.

Shelly è un azienda bulgara che pare intenzionata ad espandersi nel settore domotico ascoltando tutte le esigenze degli utenti sia "plug & play" che "entusiast" o "power user", che desiderano un prodotto di una versatilità tale da permettere le sua  integrazione all'interno dei loro sistemi domotici e di automazione come ad esempio Home Assistant o Tasker.

L'azienda mi ha inviato in test 2 dispositivi lo Shelly 1 e lo shelly 2 ma, visto che sono due dispositivi veramente versatili ed utilizzabili in varie configurazioni e situazioni, oggi parlerò dello shelly1 e più avanti dedicherò un articolo specifico per lo shelly 2.

Innanzitutto possiamo notare la dimensione molto ridotta dello shelly1

sarà quindi possibile inserirlo all'interno di una scatolina 503  

L'azienda mette a dispone un'app per la gestione dei suoi dispositivi scaricabile dal Google Play (scaricabile QUI) o dall'App Store della Apple (scaricabile QUI), chiamata appunto SHELLY Cloud.

Una volta aperta l'applicazione sarà necessario creare un account. Fatelo ed accedete alla schermata iniziale.

a questo punto vi verrà chiesto di creare una stanza, potrete scegliere ovviamente il nome della stanza e una serie di immagini precaricate oppure caricarne voi stessi una. Una volta creata vi troverete di fronte a questa schermata.

se premerete in alto a destra il simbolo con le 3 linee orizzontali si aprirà il menù a tendina dove potrete aggiungere dispositivi, creare altre stanze, aggiungere dei gruppi oppure aggiornare il firmware dei dispositivi già connessi.

connettete il vostro shelly elettricamente (vedremo più avanti nell'articolo le varie modalità) e una volta connesso, cliccate su aggiungi dispositivo.

Sarà necessario inserire i dati della vostra rete wifi (ssid e password). L'app farà uno scan della rete e aggiungerà in automatico il dispositivo rilevato.

Anche in questo caso sarà possibile scegliere varie opzioni, il nome del dispositivo, la stanza in cui collocarlo e una serie di icone preimpostate ad indicare il tipo di dispositivo, oppure potrete caricare una foto ed associarla al dispositivo.

Dall'pp naturalmente sarà possibile comandare il dispositivo ma anche scegliere tra una serie di opzioni come ad esempio le tre modalità di pulsante collegato allo shelly 1: modalità deviatore, modalità pulsante o modalità interruttore.

Ogni modalità implica un collegamento elettrico differente, andiamo a vederli nel dettaglio.

MODALITA' DEVIATORE:

MODALITA' PULSANTI:

MODALITA' INTERRUTTORE:

Oltre all'utilizzo tramite cloud sarà possibile gestire lo Shelly anche in rete locale, abilitando il servizio mqtt per esempio per comunicare con Home Assistant.

Per farlo andate sotto la voce internet & security nelle impostazioni del vostro shelly 1 sull'app, inserite i dati della rete wifi e disattivate il servizio cloud sotto la relativa voce. A questo punto recatevi sul browser del vostro pc e digitate l'indirizzo ip del vostro shelly (lo potrete reperire o dal vostro router oppure dalle informazioni del dispositivo sull'app). Selezionate la voce advanced-developer setting.

qui spuntate la voce Enable action execution via MQTT

compilate i campi con i dati richiesti:

Alla voce Username e password inserirete user e pass riferiti al vostro broker mqtt sul Raspberry dove gira Home Assistant, se non l'avete ancora fatto vi consiglio di seguire la nostra guida cliccando QUI.

Alla voce server inserirete l'indirizzo ip del vostro raspberry seguito dalla porta di default dedicata al servizio mqtt (esempio: 192.168.1.56:1883).

Alla voce will topic inserirete il nome del vostro dispositivo. Lo potete ricavare dal vostro router oppure dalle informazioni del dispositivo sull'app shelly. Lo riconoscerete perchè sarà simile a: shelly1-5dv6f3 

Salvate ed uscite.

Adesso dovrete collegarvi al vostro raspberry ed entrare nel file switch.yaml (oppure se non avete diviso la configurazione direttamente in configuration.yaml sotto la voce switch:)

inserite la seguente stringa:

  - platform: mqtt
    name: "nomechepreferite"
    state_topic: "shellies/shelly1-5dv6f3/relay/0"
    command_topic: "shellies/shelly1-5dv6f3/relay/0/command"
    qos: 0
    payload_on: "on"
    payload_off: "off"
    optimistic: false
    retain: false  

salvate e riavviate Home Assistant. Se avete fatto tutto per bene troverete il nuovo dispositivo disponibile e pronto all'utilizzo.

Ovviamente sarà possibile comandarlo con Google Assistant (e Google Home) se lo avrete precedentemente configurato sul vostro Home Assistant. In caso contrario potete seguire la seguente guida:

https://www.vincenzocaputo.com/picoblog/view/74/come_integrare_google_assistant_in_home_assistant

I dispositivi Shelly sono acquistabili direttamente sullo store Shelly al seguente link:

https://shelly.cloud/shop_shelly/

Oppure su eBay al seguente link:

https://www.ebay.com/str/alltercoroboticseood?fbclid=IwAR0O2vrw8HSY0oSQ012WnKvhIyT1rSDpvBkh2M6S77ORg7pZjUO-77cmMoQ

Bene amici per questa guida è tutto vi lascio al solito video di fine articolo. Buona visione! 

 

domotica
Home Assistant
WiFi Switch
IoT
casa domotica
Shelly

Seguimi su Youtube

Seguimi su Youtube

Seguimi su Youtube

Seguimi su Telegram

Seguimi su Youtube

Seguimi via RSS

Consigliati da noi

Post piu letti

Funzionamento Relè eMylo come deviatore
Autoradio Android ATOTO A61721P - La Prova
Comandiamo un Relè RF eMylo tramite Broadlink RM PRO
Come integrare Sonoff switch in Home Assistant tramite IFTTT
Home Assistant, guida all'installazione su Raspberry

Supportami