Questo sito si serve dei cookie tecnici di Google per l'erogazione dei servizi e ospita cookie di profilazione di terze parti, utilizzati per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su "OK" o proseguendo nella navigazione si acconsente tacitamente al loro uso.
Informativa estesa

Cookie Policy

Uso dei cookie

Il "Sito" (www.vincenzocaputo.com) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di www.vincenzocaputo.com. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.

Analizzandoli in maniera particolareggiata i nostri cookie permettono di:

  • memorizzare le preferenze inserite;
  • evitare di reinserire le stesse informazioni più volte durante la visita quali ad esempio nome utente e password;
  • analizzare l’utilizzo dei servizi e dei contenuti forniti da www.vincenzocaputo.com per ottimizzarne l’esperienza di navigazione e i servizi offerti.

Tipologie di Cookie

Cookie tecnici

Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie: persistenti e di sessione:

  • persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata
  • di sessione: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso

Questi cookie, inviati sempre dal nostro dominio, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).

Cookie analitici

I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito. www.vincenzocaputo.com userà queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del Sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul Sito. I cookie analitici sono inviati dal Sito Stesso o da domini di terze parti.

Cookie di analisi di servizi di terze parti

Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del Sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni al Sito.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti

Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito.

Cookie di profilazione

Sono quei cookie necessari a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del Sito.

www.vincenzocaputo.com, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookie tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’Utente con una o più di una delle seguenti modalità:

  • Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito.
  • Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti

Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del Sito.

Siti Web e servizi di terze parti

Il Sito potrebbe contenere collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy che può essere diverse da quella adottata da www.vincenzocaputo.com e che che quindi non risponde di questi siti.

Ultimo aggiornamento 8 marzo 2016

<

Come disabilitare i cookie mediante configurazione del browser

Se desideri approfondire le modalità con cui il tuo browser memorizza i cookies durante la tua navigazione, ti invitiamo a seguire questi link sui siti dei rispettivi fornitori.

Mozilla Firefox https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie
Google Chrome https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
Internet Explorer http://windows.microsoft.com/it-it/windows-vista/block-or-allow-cookies
Safari 6/7 Mavericks https://support.apple.com/kb/PH17191?viewlocale=it_IT&locale=it_IT
Safari 8 Yosemite https://support.apple.com/kb/PH19214?viewlocale=it_IT&locale=it_IT
Safari su iPhone, iPad, o iPod touch https://support.apple.com/it-it/HT201265

Nel caso in cui il tuo browser non sia presente all'interno di questo elenco puoi richiedere maggiori informazioni inviando una email all'indirizzo info@nibirumail.com. Provvederemo a fornirti le informazioni necessarie per una navigazione anonima e sicura.

Questa pagina è stata generata ed è ospitata sul portale nibirumail.com - Il contenuto di questa pagina è stato generato 08 marzo 2016 attraverso il servizio Cookie Policy Generator. Il marchio Nibirumail e le aziende ad esso collegate non sono responsabili per informazioni erronee o non più aggiornate. Se desideri ricevere una versione aggiornata di questi contenuti contatta il proprietario di dalla pagina precedente.

OK

Domotica

Come integrare Sonoff switch in Home Assistant tramite IFTTT

Autore: Luigi Duchi | Data: 28 gennaio 2018

Un saluto a tutti eccoci qua per un ulteriore guida per il mondo Home assistant oggi andremo a parlare di Sonoff.
Mentre cercavo di acquisire nozioni su come trasformare il mio impianto elettrico già esistente in un impianto domotico, mi sono imbattuto in un prodotto molto interessante costruito dalla ditta Itead, il nome di questo prodotto è Sonoff 4 ch pro

Sonoff 4CH pro

Questo prodotto si integra nativamente con Google Assistant e Amazon Alexa . Oggi andremo a vedere come integrarlo in Home Assistant.

Va fatta una premessa: questa guida è valida per tutti gli switch di questa marca ma, l’esempio verrà fatto su questo modello che è l’unico che possiedo. Il Sonoff 4 ch pro altro non è che un relè a 4 canali separati con connettività WiFi, ogni canale è gestibile singolarmente e comprende i contatti Com (comune), NC (normalmente chiuso) e NO (normalmente aperto).

Il Sonoff può essere programmato in 3 modalità:

1 - Self_locking mode + Inching mode:
In questa modalità premendo uno dei comandi l’uscita relativa a quel comando rimarrà attivata fino a che non ripremeremo nuovamente quel comando, sarà cosi per ognuna delle 4 uscite.

2 - Inching mode:
In questa modalità (quella che utilizzo io) alla pressione del comando l’uscita relativa rimarrà attivata per un tempo regolabile che va da 0,25 a 4 secondi. Impostandolo a 0,25secondi si simulerà l’intervento di un classico pulsante.

3 - Interlock mode:
In questa modalità alla pressione ad esempio del comando n.1 si attiverà la relativa uscita, premendo il comando n.2 si attiverà appunto l’uscita n.2 e spegnerà l’uscita n.1 e cosi via per le restanti uscite.

Questa programmazione sarà possibile effettuarla movendo dei micro switch sull’hardware del sonoff stesso.

lo switch chiamato S6 servirà per cambiare la modalità da interlock(posizionandolo su 0) a self-locking/inching (posizionandolo su 1).
Nel caso abbiate posizionato lo switch s6 sulla posizione 1 con lo switch k5 potrete scegliere se utilizzare le uscite in modalità inching o modalità self-locking spostando i cavalieri dello switch secondo l’immagine (work mode Switch k5).
Potrete quindi utilizzare tutte le uscite in una modalità piuttosto che l’altra o intervenire su ogni singolo canale miscelando le due modalità.

Molto importante:
non cambiare mai modalità avendo la scheda Sonoff alimentata, oltre ad essere pericoloso per la propria sicurezza e per il dispositivo stesso il cambio di modalità verra eseguito solo senza alimentazione.

Come dicevo prima in modalità inching sarà possibile determinare tramite lo switch k6 il delay di lavoro, ovvero il tempo che, alla pressione del comando, l’uscita utilizzerà prima di disattivarsi, ricordo che il tempo in questione, attivando o disattivando, i relativi cavalieri è configurabile in un range che va da 0,25 secondi a 4 secondi seguendo lo schema in foto.

Il Sonoff può essere programmato oltre che con il wifi con un semplice telecomando RF assegnando ognuno dei pulsanti presenti sul telecomando ad un uscita del sonoff.
Per eseguire l’accoppiamento tramite RF premere rapidamente uno dei 4 pulsanti alla destra del sonoff (quelli in linea verticale sulla destra) e successivamente premere uno dei comandi su di un telecomando RF, se l’operazione è andata a buon fine il pulsante si illuminerà di rosso e il led di stato corrispondente lampeggerà per 4 volte. Ripetete l’operazione per i restanti pulsanti del sonoff ogni volta con un pulsante diverso del telecomando RF.

Nel caso vogliate resettare i comandi radio del sonoff, sarà sufficiente tener premuto il pulsante S5 (lo troverete nella foto poco sopra) fino a che i 4 led verdi non inizieranno a lampeggiare.

Vi ricordo che il Sonoff può essere alimentato a 220v tramite i due morsetti o da 5 a 24 v tramite l’ingresso per alimentatore, in ognuno dei due casi i contatti dei 4 relè rimarrano privi di tensione.

Come accoppiare i sonoff all’applicazione eWeLink.
Una volta che avrete sistemato e configurato la parte hardware del Sonoff vi dovrete recare sul playstore e scaricare sul telefono o tablet la seguente applicazione:

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.coolkit&hl=it

una volta aperta create un account e loggatevi.
E' consigliabile disabilitare temporaneamente dal vostro router la WiFi 5 GHz, infatti questi prodotti funzionano a 2,4 GHz e in fase di accoppiamento, la 5GHz potrebbe creare dei problemi di conflitto.

Una volta configurati i dispositivi potrete tranquillamente riattivarla.

A questo punto aprite l’app (collegatevi al wifi con il vostro telefono) e premete sul pulsante +
Sul Sonoff alimentato premete e tenete premuto il tasto in basso a sinistra fino a che il led blu non lampeggerà consecutivamente dopo di che premete avanti sull'applicazione.
Vi verrà chiesto di inserire i dati della vostra rete WiFi, fatelo e aspettate che il processo finisca. A questo punto vi ritroverete il vostro sonoff nell’applicazione, dalle impostazioni potrete cambiare sia il nome del Sonoff che quello dei singoli canali.

Come collegare i Sonoff a IFTTT:

Una volta completati i passaggi precedenti dovrete scaricare l’applicazione IFTTT o loggarvi da computer previa registrazione.
Una volta loggati dovrete ricercare due servizi nel finder di IFTTT: il primo è ovviamente eWeLink, inserite i vostri dati di login che avete creato in precedenza sull'app per consentire a IFTTT di accedere appunto al servizio di eWeLink.
Il secondo servizio da trovare è il servizio webhooks che servirà a breve nella guida. Lo step successivo sarà quello di registrare IFTTT su Home Assistant.

Dovrete andare in configuration.yaml con i diritti di amministratore (con il comando da terminale sudo pcmanfm e a seguito recandovi al seguente percorso /home/homeassistant/.homeassistant e premendo invio).
Nel file configuration aggiungete in coda una riga del genere:

ifttt:
  key: xxxxxxxxxxxxxxxxxxx

per ricavare la key da inserire dovrete tornare su IFTTT sul pc/telefono cercare webhooks, premere sul tasto setting (accanto a quello documentation) e a seguito vedrete sopra la scritta status: active url
url che sarà composto come nell’esempio:
htpps://maker.ifttt.com/use/xxxxxxxxxxxxxxxx
al posto delle x troverete la vostra key dovrete copiare tutto quello che c’è dopo l’ultimo / e incollarlo nel file configuration.yaml appunto dopo la scritta key, salvate e riavviate da terminale con il comando sudo reboot
A questo punto avrete configurato IFTTT sia con Home Assistant che con ewelink e di conseguenza con i Sonoff.

Creare Applets su IFTTT e registrarli su Home Assistant:

L’ultimo passaggio da effettuare è appunto creare degli applets su IFTTT e farli eseguire ad HA. Vediamo come fare: cliccando su My Applets e poi su new applet vi ritroverete di fronte alla consueta domanda if this then that del servizio IFTTT, premete su +this e nella barra di ricerca di IFTTT cercate il servizio webhooks e cliccateci sopra.
Cliccate adesso sull’unico riquadro che vi si apre chiamato Receive a web request.
Sotto Event Name scrivete una parola che richiama il nome dell’uscita del Sonoff che andrete a comandare (in inglese) ad esempio stairs (scale) se decidete di scrivere un nome composto da due parole ogni parola dovrà essere separata da tasto _ quindi premete il pulsante create trigger.

Adesso premete su +that e andate a cercare il servizio ewelink e cliccateci sopra andando a premere su turn 4 channels switch on or off
Selezionerete il nome del vostro relè (nome che avrete assegnato sull’app
ewelink) sotto la voce which 4 channels switch. Poi sotto la voce which channel. Selezionate il canale corrispondente al nome che avrete inserito nel webhooks (ad esempio se il canale 1 accenderà le
scale dovrete selezionare channel 1) ovviamente selezionerete sotto la voce turn on or off: on .
A questo punto premete su create action, arrivati a questo punto levate la spunta alla notifica ad esecuzione del servizio e salvate. Avrete creato il vostro applet. Ripetete tutti i passaggi per tutti e 4 i canali del Sonoff avendo cura ogni volta di cambiare la parola su webhooks.
Una volta creati tutti gli applet tornate nel file configuration.yaml di Home Assistant.
Andrete quindi a creare uno script con la sequente stringa:

script:
  stairs:
    sequence:
      - service: ifttt.trigger
      data: {“event”:”stairs”}

e inserirete tutti gli altri trigger creati per tutti i comandi su IFTTT, la scritta script andrà scritta una sola volta poi andrete a capo e lasciando due spazi continuerete la riga di comando. Se dovrete scrivere altri comandi dopo la parentesi graffa di stairs andate a capo alla stessa distanza dal bordo della prima scritta stairs: quindi due spazi e continuate a compilare con tutti i vostri trigger come nel seguente esempio:

script:
  stairs:
    sequence:
      - service: ifttt.trigger
      data: {“event”:”stairs”}

  esempio_uno:
    sequence:
      - service: ifttt.trigger
      data: {“event”:”esempio_uno”}

a questo punto una volta finito di compilare il tutto farete un sudo reboot da terminale ovviamente non prima di aver salvato e se tutto è andato a dovere troverete il vostro script nell'interfaccia di Home Assistant che premendo su activate vi accenderà la luce corrispondente passando attraverso il servizio IFTTT.

Ora vi lascio al solito video di fine articolo. Buona visione!

domotica
Raspberry
Home Assistant
Sonoff

Seguimi su Youtube

Seguimi su Youtube

Seguimi su Youtube

Seguimi su Telegram

Seguimi su Youtube

Seguimi via RSS

Consigliati da noi

Post piu letti

Funzionamento Relè eMylo come deviatore
Autoradio Android ATOTO A61721P - La Prova
Comandiamo un Relè RF eMylo tramite Broadlink RM PRO
Come integrare Sonoff switch in Home Assistant tramite IFTTT
Home Assistant, guida all'installazione su Raspberry

Supportami