Questo sito si serve dei cookie tecnici di Google per l'erogazione dei servizi e ospita cookie di profilazione di terze parti, utilizzati per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su "OK" o proseguendo nella navigazione si acconsente tacitamente al loro uso.
Informativa estesa

Cookie Policy
Uso dei cookie

Il "Sito" (www.vincenzocaputo.com) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di www.vincenzocaputo.com. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.

Analizzandoli in maniera particolareggiata i nostri cookie permettono di:

  • memorizzare le preferenze inserite;
  • evitare di reinserire le stesse informazioni più volte durante la visita quali ad esempio nome utente e password;
  • analizzare l’utilizzo dei servizi e dei contenuti forniti da www.vincenzocaputo.com per ottimizzarne l’esperienza di navigazione e i servizi offerti.
Tipologie di Cookie
Cookie tecnici

Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie: persistenti e di sessione:

  • persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata
  • di sessione: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso

Questi cookie, inviati sempre dal nostro dominio, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).

Cookie analitici

I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito. www.vincenzocaputo.com userà queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del Sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul Sito. I cookie analitici sono inviati dal Sito Stesso o da domini di terze parti.

Cookie di analisi di servizi di terze parti

Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del Sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni al Sito.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti

Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito.

Cookie di profilazione

Sono quei cookie necessari a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del Sito.

www.vincenzocaputo.com, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookie tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’Utente con una o più di una delle seguenti modalità:

  • Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito.
  • Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti

Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del Sito.

Siti Web e servizi di terze parti

Il Sito potrebbe contenere collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy che può essere diverse da quella adottata da www.vincenzocaputo.com e che che quindi non risponde di questi siti.

Ultimo aggiornamento 8 marzo 2016

<Come disabilitare i cookie mediante configurazione del browser

Se desideri approfondire le modalità con cui il tuo browser memorizza i cookies durante la tua navigazione, ti invitiamo a seguire questi link sui siti dei rispettivi fornitori.

Mozilla Firefox https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie
Google Chrome https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
Internet Explorer http://windows.microsoft.com/it-it/windows-vista/block-or-allow-cookies
Safari 6/7 Mavericks https://support.apple.com/kb/Pstrong7191?viewlocale=it_IT&locale=it_IT
Safari 8 Yosemite https://support.apple.com/kb/Pstrong9214?viewlocale=it_IT&locale=it_IT
Safari su iPhone, iPad, o iPod touch https://support.apple.com/it-it/HT201265

Nel caso in cui il tuo browser non sia presente all'interno di questo elenco puoi richiedere maggiori informazioni inviando una email all'indirizzo info@nibirumail.com. Provvederemo a fornirti le informazioni necessarie per una navigazione anonima e sicura.

Questa pagina è stata generata ed è ospitata sul portale nibirumail.com - Il contenuto di questa pagina è stato generato 08 marzo 2016 attraverso il servizio Cookie Policy Generator. Il marchio Nibirumail e le aziende ad esso collegate non sono responsabili per informazioni erronee o non più aggiornate. Se desideri ricevere una versione aggiornata di questi contenuti contatta il proprietario di dalla pagina precedente.

OK

di Luigi Duchi

Domotica

Home Assistant - Come creare un sistema di allarme domestico

Data: 09 giugno 2018

Negli articoli precedenti abbiamo configurato vari dispositivi nel nostro Home Assistant, oggi vedremo come far collaborare alcuni di questi per creare un sistema di allarme domestico con tanto di sirena e notifica sul nostro telefono.

Per prima cosa vi faccio un elenco dei dispositivi che ho utilizzato per realizzare questo sistema di allarme:

C'è un componente base che ci aiuterà a creare il pannello di controllo nel nostro Home Assistant ed e' chiamato appunto Manual Alarm Control panel.

Questo component sarà necessario inserirlo all'interno del nostro file configuration.yaml, lo potrete copiare esattamente come indicato qua sotto:

alarm_control_panel:
  - platform: manual
    name: Allarme Casa
    pending_time: 10
    delay_time: 50
    trigger_time: 10000

andiamo ad analizzare le voci:

pending_time: è il tempo che intercorre prima che l'allarme inizi la fase di attivazione o la fase di disattivazione, nel mio caso ho impostato 10 secondi.

delay_time: è il tempo che passerà prima che l'allarme si attivi, se impostato a 0 dopo il pending time l'allarme si attiverà subito, nel mio caso ho impostato a 50 secondi che sommati ai 10 di pending time fanno 60 secondi, infatti nella mia impostazione quando attivo l'allarme ho 60 secondi per lasciare l'edificio e la sirena suonerà 60 secondi dopo che una porta o una finestra sarà aperta.

trigger_time: e' il tempo di durata del trigger ad esempio il suono di una sirena una volta che l'allarme viene innescato.

Dopo aver salvato il nostro configuration.yaml ciò che vi troverete davanti nell'interfaccia grafica sarà questo:

Benissimo, adesso vediamo come configurare il nostro pannello.

Innanzitutto noteremo che avremo due possibilità di attivazione per il nostro allarme: ARM HOME e ARM AWAY

Il primo (arm home) sta ad indicare un attivazione dell'allarme quando siamo presenti in casa, ad esempio i soli sensori perimetrali (sensore porte e finestre) escludendo i volumetrici (rilevatori di presenza).

Il secondo (arm away) sta ad indicare un attivazione dell'allarme totale per quando saremo lontani dalla nostra abitazione e di conseguenza farà scattare l'allarme tramite ogni tipologia di sensore (sensore porte e finestre e rilevatori di presenza).

Dovremo poi decidere cosa far accadere una volta che l'allarme è scattato nel mio caso farò suonare una sirena collegata ad una smart plug e farò inviare una notifica sul mio telefono tramite Telegram (come abbiamo visto in un articolo precedente che potete trovare QUI).

Andiamo a vedere come come programmare Home Assistant per entrambe le scene:

La prima cosa da fare sarà creare lo switch virtuale che farà accendere/spegnere la sirena. Il sistema fisico sarà composto da una presa smart che, nel mio caso (lo consiglio a tutti), sarà alimentata da un UPS (gruppo di continuità) in modo che anche se la corrente del mio appartamento venisse a mancare, il funzionamento della presa smart sarebbe comunque garantito. Io ho utilizzato una presa smart wifi della xiaomi, ovviamente vi posterò l'esempio della creazione dello switch in funzione di questa presa, se voi foste dotati di altra tipologia di presa smart, dovrete creare lo switch seguendo le regole di integrazione con Home Assistant del vostro dispositivo. Andiamo a configurare lo switch nel seguente modo:

switch:
  - platform: xiaomi_miio
    name: Sirena allarme
    host: 192.168.x.xxx indirizzo ip smartplug
    token: token segreto ricavato da mihome

ovviamente sostituite l'indirizzo ip con quello della vostra presa smart, che vi consiglio di prenotare in fase di configurazione sul router in modo che sia assegnato sempre e in ogni caso il solito indirizzo.

e il token segreto che potrete ricavare con il backup di MiHome seguendo questa guida QUI 

Adesso andiamo nel nostro file automation.yaml (nel caso abbiate tutte le automazioni in un file dedicato). Andiamo a configurare l'automazione che farà scattare l'allarme nel caso di arm home:

- alias: 'allarme se sensori attivati home'
  trigger:
    - platform: state
      entity_id: binary_sensor.door_window_sensor_xxx
      to: 'on'
    - platform: state
      entity_id: binary_sensor.door_window_sensor_yyy
      to: 'on'
    - platform: state
      entity_id: binary_sensor.door_window_sensor_zzz
      to: 'on'
  condition:
    - condition: state
      entity_id: alarm_control_panel.allarme_casa
      state: armed_home
  action:
    - service: alarm_control_panel.alarm_trigger
      entity_id: alarm_control_panel.allarme_casa
    - delay: 60
    - service: switch.toggle
      entity_id: switch.sirena_allarme

ovviamente al posto dei nomi dei sensori xxx yyy e zzz dovrete inserire il nome dei sensori porte e finestre che avrete impostato in Home Assistant. Nel mio caso sono sensori Xiaomi che necessitano del loro Gateway anche questo messo sotto UPS.

Questa automazione permetterà, se l'allarme e' inserito in modalità home, alla sirena di suonare dopo 60 secondi che uno dei sensori porta e finestre risulterà aperto. Ovviamente potrete aggiungere tutti i sensori che desiderate (io ne ho inseriti solo 3 per rendere piu snello l'esempio) e potrete eventualmente eliminare o aumentare il tempo (delay) necessario prima che la sirena si attivi dopo che un sensore dia il segnale. 

Andiamo a vedere invece come programmare l'allarme in caso di arm away:

La programmazione e' pressochè identica eccezione fatta per la presenza questa volta dei sensori volumetrici (sensori di presenza) che attiveranno l'allarme:

- alias: 'allarme se sensori attivati away'
  trigger:
    - platform: state
      entity_id: binary_sensor.door_window_sensor_xxx
      to: 'on'
    - platform: state
      entity_id: binary_sensor.door_window_sensor_yyy
      to: 'on'
    - platform: state
      entity_id: binary_sensor.door_window_sensor_zzz
      to: 'on'
    - platform: state
      entity_id: binary_sensor.motion_sensor_hhh
      to: 'on'
  condition:
    - condition: state
      entity_id: alarm_control_panel.allarme_casa
      state: armed_away
  action:
    - service: alarm_control_panel.alarm_trigger
      entity_id: alarm_control_panel.allarme_casa
    - delay: 60
    - service: switch.toggle
      entity_id: switch.sirena_allarme

ovviamente anche in questo caso sostituirete le hhh con il nome del vostro sensore pir, questa automazione come l'altra permetterà, se l'allarme e' inserito in modalità away di far suonare la sirena dopo 60 secondi che uno dei sensori porta e finestre risulta aperto. Ovviamente potrete aggiungere tutti i sensori che desiderate (io ne ho inseriti solo 4 per rendere più snello l'esempio) e potrete eventualmente eliminare o aumentare il tempo (delay) necessario prima che la sirena si attivi dopo che un sensore da il segnale. 

Bene adesso andiamo a vedere come creare l'automazione per disattivare l'allarme e di conseguenza fermare la sirena nel caso sia scattato. Copiate questo codice nel file automation.yaml :

- alias: "disattiva sirena"
  trigger:
    - platform: state
      entity_id: alarm_control_panel.allarme_casa
      to: disarmed
  condition:
    - condition: state
      entity_id: switch.sirena_allarme
      state: 'on'
  action:
    - service: switch.turn_off
      entity_id: switch.sirena_allarme

Il nostro allarme è pronto!

Adesso vediamo come preparare la notifica Telegram in caso di attivazione/disattivazione oppure nel caso in cui l'allarme rilevi un intrusione.

Vi ricordate che nella guida relativa alle notifiche telegram vi avevo fatto mettere in white list una cartella chiamata photo? Benissimo, scaricate da internet 3 immagini che userete associate alla notifica Telegram. Le tre immagini dovranno raffigurare l'attivazione, la disattivazione e allarme attuato. Potrete scegliere quelle che vorrete e le potrete chiamare come vi aggrada anche se vi consiglio di chiamarle con un nome che raffiguri l'azione che andranno a compiere.

le mie 3 ad esempio le ho chiamate lucchettochiuso, lucchettoaperto e allarme

Copiatele appunto nella cartella photo a questo percorso sul vostro raspberry:

home/homeassistant/.homeassistant/photo  

una volta fatto, andate nel vostro file automation.yaml ed incollate le seguenti automazioni:

- alias: 'allarme scattato'
  hide_entity: true
  trigger:
    platform: state
    entity_id: alarm_control_panel.allarme_casa
    to: 'triggered'
  action:
    service: notify.telegram
    data:
      message: "ALLARME! qualcuno e' entrato in casa"
      data:
        photo: 
          - file: /home/homeassistant/.homeassistant/photo/allarme.jpg
            caption: "ALLARME! qualcuno e' entrato in casa" 

- alias: 'allarme attivato home'
  hide_entity: true
  trigger:
    platform: state
    entity_id: alarm_control_panel.allarme_casa
    to: 'armed_home'
  action:
    service: notify.telegram
    data:
      message: "allarme inserito"
      data:
        photo: 
          - file: /home/homeassistant/.homeassistant/photo/lucchettochiuso.jpg
            caption: "allarme inserito" 

- alias: 'allarme attivato away'
  hide_entity: true
  trigger:
    platform: state
    entity_id: alarm_control_panel.allarme_casa
    to: 'armed_away'
  action:
    service: notify.telegram
    data:
      message: "allarme inserito"
      data:
        photo: 
          - file: /home/homeassistant/.homeassistant/photo/lucchettochiuso.jpg
            caption: "allarme inserito" 

- alias: 'allarme disattivato'
  hide_entity: true
  trigger:
    platform: state
    entity_id: alarm_control_panel.allarme_casa
    to: 'disarmed'
  action:
    service: notify.telegram
    data:
      message: "allarme disattivato"
      data:
        photo: 
          - file: /home/homeassistant/.homeassistant/photo/lucchettoaperto.jpg
            caption: "allarme disattivato" 

ovviamente metterete il nome dell'immagine che avrete scelto e potrete cambiare il messaggio che volete che telegram vi notifichi. Io ho inserito lo stesso messaggio e la stessa immagine sia per arm away che per arm home ma ovviamente se vorrete potrete creare due notifiche con messaggi e immagini diverse.

Anche per questa guida abbiamo concluso, vi ricordo di contattarci per ulteriori chiarimenti.

Produrre e aggiornare contenuti su vincenzocaputo.com richiede molto tempo e lavoro. Se il contenuto che hai appena letto è di tuo gradimento e vuoi supportarmi, clicca uno dei link qui sotto per fare una donazione.

domotica
Raspberry
Home Assistant
Xiaomi

Seguimi su Youtube

Seguimi su Youtube

Seguimi su Youtube

Seguimi su Telegram

Seguimi su Youtube

Seguimi via RSS

Consigliati da noi
Categorie
Domotica
122 articoli
Info
16 articoli
L'angolo dei lettori
15 articoli
Auto-Moto
13 articoli
Audio-Video
12 articoli
Promo
9 articoli
Post piu letti
Funzionamento Relè eMylo come deviatore
Riprogrammare Sonoff Smart Switch Basic con Firmware Tasmota
Come integrare Sonoff switch in Home Assistant tramite IFTTT
Autoradio Android ATOTO A61721P - La Prova
Comandiamo un Relè RF eMylo tramite Broadlink RM PRO

Supportami