Recensione Muzili IP Cam di sorveglianza motorizzata da interni

Recensione Muzili IP Cam di sorveglianza motorizzata da interni

di Vincenzo Caputo

03 Febbraio 2020

Videosorveglianza

Vincenzo Caputo

Nelle ultime settimane abbiamo messo alla prova diverse telecamere di videosorveglianza, ma nessuna specificamente pensata per uso interno come quella di cui parleremo oggi.

L'azienda che propone questa IPcam è Miuzili anche se, a dire il vero, credo sia un rebrand. Muzili è molto conosciuta per i suoi auricolari TWS bluetooth di cui abbiamo avuto modo di osservare le caratteristiche in una recensione al seguente link:

Auricolari bluetooth 5.0 Muzili TWS-x9 - la nostra prova

Il prodotto in prova oggi invece è la IPcam modello MESC-009 

Recensione Muzili IP Cam di sorveglianza motorizzata da interni

Il dispositivo è acquistabile su Amazon al seguente link: https://amzn.to/2UVKfyD

Contenuto della confezione

La confezione, veramente minimale, comprende solo lo stretto necessario per mettere in funzione il dispositivo:

  • 1x Videocamera di sorveglianza 
  • 1x Cavo di alimentazione
  • 1x Kit di installazione a parete (comprensivo di tasselli)
  • 1x Manuale

Nella confezione non è presente il trasformatore 220V-USB che dovrete quindi acquistare separatamente. Per fortuna nella nostre case gli alimentatori da smartphone non mancano, sarà quindi sufficiente riciclarne uno (almeno 2A) per questo uso.

Recensione Muzili IP Cam di sorveglianza motorizzata da interni

Descrizione del prodotto e funzionalità:

Questa IPcam assomiglia vagamente ad un piccolo robot umanoide, per via della parte superiore sferica che sembra una testa con un occhio centrale (la fotocamera) dotato di un sensore da 2 MP (FHD 1080 p). La telecamera Muzili ha una vista di quasi 360°, può infatti essere ruotata, su due assi motorizzati, direttamente tramite l'app sullo smartphone (anche da remoto naturalmente) di 355° in orizzontale e di 100° in verticale.

Poco sopra l'occhio abbiamo un sensore di luminosità ambientale che serve ad attivare automaticamente l'illuminazione notturna composta da 9 led infrarossi che circondano l'obiettivo assicurando una visione sufficiente fino a 10 metri di distanza.

Recensione Muzili IP Cam di sorveglianza motorizzata da interni

Poco sotto "l'occhio" si possono scorgere due piccoli fori uno dei quali permette al microfono integrato di captare i rumori ambientali. Sarà infatti possibile direttamente tramite l'app sullo smartphone attivare l'ascolto dell'audio oltre che osservare le immagini remote della telecamera. L'altro foro nasconde il led di stato.

Sempre nella parte frontale, ancora più sotto, abbiamo il tasto reset e il vano per la microSD (non inclusa-max 128GB) che da la possibilità di registrare video in modalità continua o solo alla rilevazione di movimento. Per accedere correttamente al vano microSD sarà necessario portare la testa motorizzata della fotocamera in posizione verso l'alto.

Recensione Muzili IP Cam di sorveglianza motorizzata da interni

Lateralmente troviamo una griglia in corrispondenza di un piccolo altoparlante interno che servirà nella comunicazione bidirezionale. In pratica potrete parlare a chi è nei pressi della telecamera, sempre tramite l'app sul vostro smartphone, e potrete ricevere anche risposte tramite il microfono di cui parlavamo poco sopra. 

Nella parte posteriore troviamo la presa per l'alimentazione microUSB, una porta LAN (finalmente un dispositivo che non ci costringe a connetterci in WiFi) e l'antenna per la connessione WiFi.

Nella parte inferiore della CAM invece è presente il sistema di aggancio del supporto per il montaggio a parete o a soffitto.

Il resto delle caratteristiche tecniche parlano di:

Risoluzione: 2 milioni di pixel, 1080PProtocolli: HTTP/DHCP/IP/TCP/UDPFrequenza: Wi-Fi/LAN: 2,4 GHz, crittografia WPA2Scheda SD (non inclusa): Massimo di 128GAlimentazione richiesta: DC 5V/2.0A

Installazione e configurazione:

Per prima cosa dovremo installare l'app 360eyes sul nostro smartphone Android o iOS

Recensione Muzili IP Cam di sorveglianza motorizzata da interni

Dopo aver lanciato l'app dovrete eseguire una registrazione, con conferma del codice tramite e-mail, e successivamente seguire passo passo la procedura guidata brevemente riassunta nelle immagini seguenti.

Recensione Muzili IP Cam di sorveglianza motorizzata da interni

Dopo aver aggiunto al vostra Cam all'applicazione (naturalmente ne potrete aggiungere anche delle altre in un secondo momento), la vedrete disponibile nella schermata principale divisa in schede:

  • Il mio dispositivo
  • Album
  • Eventi
  • Impostazione

Dentro la scheda il mio dispositivo potrete naturalmente accedere allo streaming live della cam, al cui interno potrete scegliere se attivare anche l'audio (in ascolto), effettuare un'istantanea, attivare il microfono per inviare un messaggio vocale, avviare una registrazione video manuale o impostare il video da SD in HD e viceversa. Eseguendo uno swipe in qualsiasi direzione sull'immagine in streaming, otterrete un movimento fisico della cam in quella direzione.

Nella scheda il mio dispositivo potrete anche creare una foto panoramica a 360° che verrà poi proposta sotto lo streaming video e vi permetterà di raggiungere velocemente una qualsiasi posizione fisica dell'obiettivo, tappando nel punto interessato.

Nel video in coda all'articolo potete osservare un esempio che chiarisce quest'ultimo punto.

Recensione Muzili IP Cam di sorveglianza motorizzata da interni

Ancora nella stessa scheda sarà possibile accedere al servizio Cloud per la conservazione dei video registrati, che ha una periodo gratuito di 30 giorni oltre i quali bisognerà attivare un abbonamento a pagamento.

Recensione Muzili IP Cam di sorveglianza motorizzata da interni

Ancora nella stessa scheda potrete attivare o disattivare la notifica in caso di rilevazione movimento e settarne la relativa sensibilità, nonchè impostarne l'orario e il giorno di attivazione o disattivazione automatica.

Avrete anche a disposizione un tasto per condividere la cam con i vostri familiari e un tasto per la impostazioni della cam dove potrete gestire tutti i parametri che vedete nella seguente immagine:

Recensione Muzili IP Cam di sorveglianza motorizzata da interni

Nella scheda Album troverete tutte le registrazioni video e le istantanee che avete generato.

Nella scheda Eventi invece ci saranno tutti gli alert di rilevazione movimento.

Nella scheda Impostazione invece ci saranno le impostazioni base dell'app.

Le mie impressioni

Il punto di forza di questa IPcam è sicuramente l'economicità del prodotto in rapporto alla caratteristiche tecniche offerte. L'app è veramente ben fatta e offre tutto quello che ci si aspetterebbe da un prodotto del genere. Alla Cam non manca veramente nulla, dalla visione notturna all'audio bidirezionale, dalla connettività alla possibilità di ruotare l'inquadratura quasi a 360°. Il tutto, ve lo ricordo, per poco meno di 40 euro. Credo sia un prezzo veramente imbattibile.

Veniamo ora ai punti di debolezza: manca ahimè, come nella stragrande maggioranza dei dispositivi di questa fascia, la possibilità di ottenere un flusso RTSP, il che limita la cam all'uso con la sua APP. Non potrete registrare il flusso video su un NVR o veicolarlo su un Personal HUB tipo Home Assistant. Altra caratteristica che trovo buona, ma non ottima, è la qualità di compressione del video. Il produttore probabilmente ha scelto di innalzare la compressione video per diminuire il flusso da trasferire a vantaggio della reattività (che è veramente elevata) del dispositivo stesso. Questo genera spesso artefatti sull'immagine soprattutto quando effettuiamo un cambio di inquadratura. Niente di grave o insopportabile intendiamoci, ma mi sembrava giusto segnalarlo.

Vi ricordo che, il dispositivo oggetto di qeusta prova, è acquistabile su Amazon al seguente link: https://amzn.to/2UVKfyD

Vi lascio ora al video di fine articolo dove potrete osservare la videocamera in azione. Buona visione!

Produrre e aggiornare contenuti su vincenzocaputo.com richiede molto tempo e lavoro. Se il contenuto che hai appena letto è di tuo gradimento e vuoi supportarmi, clicca uno dei link qui sotto per fare una donazione.

Vincenzo Caputo

Vincenzo Caputo

Nato a Matera, il 1° novembre 1977. Sono da sempre appassionato di tecnologia e ho un'esperienza lavorativa ventennale nel settore IT. Mi piace sperimentare e cercare sempre nuove soluzioni e soprattutto mi piace comunicare le mie esperienze agli altri.

Disqus loading...